Il supermercato di Berlino dove la spesa si fa senza imballaggi. Ed è un successo

A Berlino è stato inaugurato il primo supermercato che non fa uso né di involucri né di imballaggi. A soli sei mesi dall’apertura, Original Unverpackt con la sua filosofia “zero sprechi” sta riscuotendo molto successo in città. La varietà dei prodotti che è possibile acquistare nel negozio non è da sottovalutare: innanzitutto cibi, ma anche prodotti per l’igiene personale e della casa, cosmetici e libri. Tutti i prodotti vengono venduti nel rispetto dell’ambiente: Original Unverpackt non fa uso di etichette, imballaggi, pacchi preconfezionati o buste di plastica e carta. Alla cassa ci sono contenitori e barattoli riciclabili a disposizione dei clienti, i quali vengono tuttavia caldamente incoraggiati a portare da casa le proprie buste.

Guarda e impara. «Inizialmente i clienti non erano molto convinti. La maggior parte delle persone comprava un paio di cose e poi usciva subito, anche con un certo imbarazzo», ha spiegato Sara Wolf, co-fondatrice di Original Unverpackt a MOLD. «Ma ora i clienti hanno capito che si tratta anche di creatività e immaginazione. Non si sentono più disagio quando si portano da casa bottiglie e barattoli vuoti da riempire con i prodotti che acquistano. È importante mostrare ai clienti che questo genere di scelte è attuabile. Ed ecco che la cosa prenderà piede». La filosofia del negozio, in effetti, si basa sul meccanismo “osserva e impara”.

L’idea. Milena Glimbovski e Sara Wolf, fondatrici di OU, hanno unito le loro competenze e stilato un progetto che fosse il più efficace possibile a livello di eliminazione degli sprechi. Milena Glimbovsk ha spiegato che quando lavorava nel reparto marketing di un negozio vegano, di frequente si presentava il problema degli imballaggi: eccessivi, inutili, nocivi per l’ambiente. Sara Wolf è invece esperta in project management e strategia della comunicazione. Il piano di OU è stato messo a punto nel 2012 e presentato con successo alla Berlin-Brandenburg Business Plan Competition. Il tutto è stato finanziato da un progetto crowdfunding grazie alla piattaforma Startnext di SAP, Social Impact Lab: le due fondatrici hanno ricevuto donazioni da più di 4.000 potenziali clienti, berlinesi e non, e nell’arco di poco tempo si sono ritrovate con una somma doppia rispetto alle loro aspettative. Dopo quattro mesi hanno aperto il supermercato Original Unverpackt che non solo sta riscuotendo successo, ma sta anche “contagiando” i propri clienti con la filosofia “zero sprechi”.

Original Unverpackt
Wiener Straße 16
10999 Berlino
Orari: lun-sab 10:00-19:30

Foto di copertina © original-unverpackt.de

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Giulia Mastrantoni

Laureata in inglese e francese, ama scrivere e viaggiare. Legge come se non ci fosse un domani e, non appena se ne presenta l'occasione, si butta a capofitto in nuove avventure. «Da grande» vuole non doversi mai chiedere: «E se?». Ha pubblicato i racconti "Misteri di una notte d'estate" per la Ed. Montag nel 2015 e "Veronica è mia" per la Panesi Edizioni nel 2016, sulla tematica della violenza psicologica e sessuale.

One Response to “Il supermercato di Berlino dove la spesa si fa senza imballaggi. Ed è un successo”

  1. Marco

    L’idea è sicuramente bella e lodevole. Qualcuno però mi deve spiegare perchè un negozio che vende merce senza imballaggio abbia prezzi maggiori!!
    Le cose qui costano tantissimo, anche se paragonate a qualsiasi negozio Bio della città. A me sembra la solita idea di moda fatta solo per fare soldi. Peccato, le intenzioni sembravano buone, ma poi…

    Rispondi

Leave a Reply