Immigrati italiani in Germania: il questionario per scoprire chi sono

Da quando sei in Germania? Come ti sei informato prima di trasferirti? Cosa era più importante sapere prima del viaggio? Perché ti sei trasferito? Pensi sarebbe giusto avere qualcuno che ti accompagni e che parli bene il tedesco quando vai dal medico? Come è il rapporto di lavoro con il tuo capo e con i tuoi colleghi? Quanto pensi di restare in Germania?

Queste sono solo alcune delle domande di un interessante sondaggio che in queste settimane sta portando avanti l’associazione senza scopo di lucro “Minor – Projektkontor für Bildung und Forschung“. A commissionarlo è stato l’Ufficio federale per l’Immigrazione e i Rifugiati (BAMF). Lo scopo è avere dati più aggiornati sul fenomeno della nuova immigrazione a scopo lavorativo in Germania con un particolare focus rivolto a chi si è trasferito dopo il 2008. Chi sono i “nuovi” immigrati italiani in Germania?

Il questionario dura circa 10 minuti. È in italiano, è fatto molto bene, le domande e le risposte sono varie e precise. Consiglio a tutti la sua compilazione. Da italiani, dare un quadro indicativo sul chi siamo, cosa facciamo e perché siamo qui, oltre ad essere un giusto onere da “pagare” verso un Paese che bene o male ci ospita, può rivelarsi un ottimo strumento per facilitare il lavoro di accoglienza e integrazione svolto dagli enti tedeschi sia nei nostri confronti che, ancora di più, verso chi si trasferirà solo in futuro.

Questo il link:

www.soscisurvey.de/mondo-sottosopra

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Magazine prima come blog, dopo come magazine. Collabora anche con AGI, Wired, Huffington Post, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply