«Io, youtuber 21enne, dopo un’estate a Berlino non vedo l’ora di tornare a viverci»

Si chiama Giacomo Martella, ha 21 anni e viene da un paesino in provincia di Lecce. Conosciuto sul web col nome di JackMarti, ci racconta com’è nata l’idea di aprire un canale Youtube: «Ho sempre vissuto con la paura di cosa potessero pensare gli altri di me, con la convinzione di non essere mai all’altezza delle situazioni. Tuttavia sapevo di aver dentro un mondo fatto di emozioni, sentimenti e parole mai dette, che prima o poi sarebbe dovuto uscire allo scoperto. Avevo 18 anni, suonavo il pianoforte già da quattro anni (principalmente da autodidatta), e subito dopo la maturità ho sentito una ventata di libertà che mai avevo provato prima; ho pensato che non ci sarebbe stato momento migliore per cambiare, per dar voce a quello che provavo e per mostrare a tutti, ma soprattutto a me stesso, che potevo farcela. Youtube è così diventato la mia isola felice, l’approdo di tutte le mie emozioni, lo sfogo dei miei sentimenti: penso che non ci sia altra piattaforma virtuale in grado di darti una tale libertà espressiva».

874a16668a119d88524e0ab56877e1eabf3198d9

Il canale YouTube. Ed è proprio così, oggi la tv sta virando sempre più rapidamente verso internet, rendendo la web tv il candidato più serio e credibile per la successione, con grandi e piccini che si appassionano sempre di più ai loro idoli del web. «Ho aperto il canale nell’estate del 2014 cominciando a produrre le mie prime cover. Nei miei video confluiscono quelle che sono le mie passioni più grandi: creo gli arrangiamenti, mi occupo dell’editing video e dirigo le riprese. In tutto questo ho avuto la fortuna di essere accompagnato da persone fantastiche, quali i miei amici, che mi assecondano, mi consigliano e mi aiutano nella realizzazione».

508397-the-best-video-editing-software-of-2016

Il canto. «Non ho mai preso lezioni di canto, ho sempre cantato in silenzio per paura che qualcuno mi sentisse; cantavo per me stesso, perché mi faceva star bene. Non ho mai amato stare al centro dell’attenzione e ora stare su YouTube può sembrare un paradosso visto che i miei video possono facilmente essere visti come un’autocelebrazione. In realtà sono semplicemente arrivato a un punto in cui voglio fare soltanto ciò che sento di fare, cerco di non pensare al dopo, di godermi questa passione fino in fondo con sincerità e senza grandi aspettative. Mi accontento di quell’angolo che mi sono ritagliato su YouTube con il mio piccolo pubblico».

L’avventura berlinese. Il periodo recentemente trascorso a Berlino ha dato a Giacomo la carica giusta per ricominciare una nuova stagione di musica e video su Youtube una volta tornato in Italia: «Quest’estate ho avuto la fortuna di trascorrere due mesi a Berlino e inizialmente l’idea un po’ mi spaventava; avevo paura soprattutto di perdere la mia musica e i miei ritmi. Posso solo dirvi che una settimana fa ho lasciato Berlino con le lacrime agli occhi e con la promessa di ritornarci presto. Berlino è una città che ti rapisce in silenzio, senza che tu te ne accorga, è un vortice di emozioni che ti toglie il fiato; nella sua apparente freddezza nasconde un cuore caldo e accogliente, così come le persone che la popolano».

54dd0e15a065c32611db1c68cbf98886ec4f0ba8

La cover. «Di ritorno da questa splendida avventura ho deciso di imprimere questi due mesi sul mio canale YouTube con la cover di una canzone che è stata un po’ la colonna sonora della mia estate berlinese: si tratta di un brano di un giovane cantautore tedesco, Max Giesinger, che si è piazzato per mesi in cime alle classifiche in Germania: ho rivisitato il pezzo in chiave acustica così come piace a me e volevo proporlo anche a tutti i lettori di Berlino Magazine».

Giacomo Martella

Facebook

Instagram

Youtube

Banner Scuola Schule

 

Related Posts

  • Carsten Müller, vicedirettore dell’ufficio stampa della polizia di Berlino, ci accoglie nell’atrio di uno degli edifici del vecchio aeroporto dismesso di Tempelhof, in Platz der Luftbrücke 6. Il presidio di polizia della capitale tedesca ha qui la sua sede già dal 1951. Müller lavora da undici anni nell’ufficio stampa di…
  • di Anna D'Ambrosio* Questo articolo è un esperimento. Intervistare due ragazze "qualsiasi", dove per qualsiasi intendiamo che non hanno nessuna storia alle spalle che farebbe notizia, ma che in qualche modo possono rappresentare le due città da cui provengono, Roma e Berlino. Da una parte abbiamo Benedetta, vive alla Garbatella,  è…
  • Vi siete mai chiesti che aspetto aveva la capitale tedesca negli anni Venti? Un video in bianco e nero dell'epoca rivela una Berlino inedita e straordinariamente romantica. Uno splendido video in bianco e nero, risalente presumibilmente al 1925, ci mostra una Berlino cui non siamo abituati: romantica e silenziosa nei…
  • di Barbara Collevecchio* Tra poco saranno due anni che mi sono trasferita. Il bilancio per me è positivo nonostante abbiano cercato di truffarmi e sia in causa con due tedeschi. Vincerò perché ho ragione, passiamo ad altro. Amici: molti hanno cercato di sfruttarmi, per lo più italiani, anzi solo italiani.…
  • Che Berlino sia una città aperta e tollerante è risaputo, ma un uomo nudo in metropolitana fa scalpore anche nella capitale tedesca. Stiamo parlando di Urban Nudist, utente YouTube che ama viaggiare completamente nudo a bordo della U-Bahn berlinese con un cameraman al seguito. I video delle sue apparizioni li carica poi…

Leave a Reply