KINO Berlin, i tre migliori film del mese in versione originale da vedere al cinema

Captain Fantastic, Die Geschwister, Tschick, 24 Wochen, Fuocoammare, Frantz, Was Männer sonst nicht zeigen, l’Interfilm festival e gli omaggi al cinema di Paolo Virzì: sono tanti, e tutti interessanti, i film in programma presso Il KINO Berlin, l’accogliente cinema di Nansenstr.22, zona Neukölln, diretto dall’italiana Carla Molino ( qui la storia della sala).

Il programma novembre/dicembre. Le pellicole sono sempre proiettate in lingua originale con sottotitoli in inglese (a meno che non siano già in inglese). Questa la nostra selezione dei tre da non perdere questo mese (il programma completo con orari e giorni lo potete trovare cliccando qui).

Captain Fantastic

Lo abbiamo visto a Cannes e lo abbiamo trovato uno dei più bei film dell’intero festival, una commedia amara e entusiasmante allo stesso tempo. Trainato da un’eccezionale performance di Viggo Mortens racconta di una famiglia che vive nella foresta, mangia solo la carne di animali che caccia, studia di notte con la luce del falò e quando c’è da celebrare qualcosa, non si tratta di feste come il Natale, ma del Noam Chomsky Day. A dettare tempi e regole è il padre di famiglia più progressista che si sia visto al mondo, il Captain Fantastic del titolo. Sono cinque i figli, più  lui. La mamma si è allontanata da qualche mese, anzi no, ecco che arriva la notizia che è morta, suicidata, era bipolare e forse di quella vita così austera e selvaggia ne aveva abbastanza. Il padre di lei vorrebbe celebrare un funerale cristiano vicino alla loro residenza in New Mexico non tenendo conto del testamento in cui lei ribadiva di essere buddista e rigettare ogni forma di religione. La missione, per Ben e i suoi ragazzi è evitare che le ultime volontà della donna siano disattese. Per farlo salgono tutti sul pullman di famiglia. Li aspetta un viaggio di cinque giorni per il sud degli Stati Uniti che li cambierà per sempre”

Tschick

A sette anni dal successo di Soul Kitchen, Fatih Akin torna alla commedia. Lo fa con un road movie su due giovani quattordicenni, un tedesco e un russo/tedesco. Si conoscono a scuola e decidono di intraprendere un avventuroso viaggio per l’ex Germania dell’est per andare a incontrare il papà di uno dei due. Per farlo rubano una vecchia Lada, l’auto simbolo del socialismo russo. Tra imprevisti e sogni di diventare grandi, il tragitto si trasformerà in un’occasione di crescita che Fatih Akin racconta, come suo solito, dispensando sorrisi e un pizzico di malinconia…

 

 

24 Wochen

Presentato alla scorsa Berlinale e girato tra Lipsia e Halle, racconta di Astrid, attrice comica che vive con il suo marito, nonché manager, Markus e alla figlia di 9 anni. È al sesto mese di gravidanza (da qui le 24 settimane del titolo) di un secondo figlio che però si scopre essere affetto sia della sindrome di down che di un problema cardiaco. Cosa fare? Abortire o tenerlo? Il dilemma della scelta avrà conseguenze su tutto il suo mondo, dalla relazione alla carriera.

Banner Scuola Schule

Leave a Reply