Koudelka, al KINO Berlin film e incontro con il regista per raccontare il genio del celebre fotografo

Gilad Baram

Il grande fotografo Josef Koudelka (Magnun, New York Times e tanti altri) al centro di un doppio appuntamento alla presenza del regista del suo biopic

Saranno due gli appuntamenti al KINO Berlin con il film Koudelka Shooting Holy Land  e il suo autore, Gilad Baram. Il primo domenica 27 agosto, il secondo due settimane dopo, domenica 10 settembre entrambi alle 20.00. Sarà l’occasione per immergersi nelle immagini raccolte in Terra Santa da uno dei più grandi geni della fotografia contemporanea, il ceco Josef Koudelka. Alla fine di ogni proiezione vi sarà un Q&A aperto a tutti, in inglese alla presenza del regista Gilad Baram.

Koudelka Shooting Holy Land: il film

Koudelka è uno dei più grandi nomi della fotografia contemporanea. Il fotografo e regista israeliano Gilad Baram lo ha accompagnato tra il 2008 e il 2012, durante le sue visite in Terra Santa per un lavoro commissionatogli dalla Magnum. Gli ha fornito informazioni, assistenza, supporto logistico e traduzioni stando con lui dalle 7 del mattino fino al tramonto. Il documentario racconta il loro rapporto accompagnando le immagine registrate con la macchina da presa con le fotografie in bianco e nero scattate da Koudelka. Ne esce un eccezionale lavoro in grado di fare capire il processo creativo e solitario di uno dei più grandi maestri della fotografia mentre viaggia a Gerusalemme est, Hebron, Ramallah, Betlemme e in altri insediamenti israeliani dislocati lungo il percorso della barriera che separa Israele e Palestina.

Chi è Josef Koudelka

Nato nel 1938 a Boskovice, oggi Repubblica Ceca, divenne popolare per i suoi scatti giovanili durante la Primavera di Praga. Da allora Josef Koudelka è diventato uno dei fotografi più importanti al mondo, considerato un “maestro” dalla stessa Magnum per cui lavora stabilmente dal 1971. Racconta Laura Putti su Repubblica: “Diventato fotografo durante uno dei grandi avvenimenti della Storia, Koudelka non è stato mai un cronista. Che il 21 agosto 1968 si trovasse in piazza San Venceslao quando i carriarmati russi soffocarono la Primavera di Praga fu un caso, un azzardo. Quel giorno una sua amica gli aveva telefonato alle quattro del mattino urlando: Sono arrivati i russi! Nessuno ne aveva la certezza. Ma il trentenne Koudelka, indeciso fino a quel momento tra la carriera di ingegnere aeronautico – era arrivato a Praga da un villaggio di quattrocento anime per poter fare l’università – e quella di fotografo, prese la rudimentale Exakta, le pellicole cinematografiche tagliate a misura di rullino e diventò una leggenda. La fotografia qui a sinistra, il braccio maschile davanti alla spianata di San Venceslao, è una delle immagini simbolo della repressione di quel socialismo così diverso dal modello sovietico: l’orologio indica l’ora di quella che avrebbe dovuto essere una manifestazione di protesta il giorno dopo l’invasione sovietica. L’appuntamento del 22 agosto era in realtà una trappola, una provocazione di Mosca per radunare gente in piazza e poter scatenare incidenti che avrebbero giustificato l’ingresso dei soldati sovietici a Praga.Grazie a un passaparola nessuno si presentò, e la foto lo testimonia…”Dall’esilio non si torna mai” dice il fotografo che, fuggito da Praga nel ‘70 e accolto come rifugiato politico in Gran Bretagna, rimase apolide fino all’87, quando divenne cittadino francese. Dal suo esilio permanente ha portato fotografie in bianco e nero, e inquadrature severe, rigorose; panorami nei quali l’uomo sembra spesso perduto, e una bellezza essenziale e solitaria. La tristezza profondissima di chi parte per sempre”. In patria tornò solo nel 1991, da cittadino ormai francese (chiese anni prima la cittadinanza). I suoi reportage da ogni parte del mondo sono oggetto di culto e studio.

Koudelka: Shooting Holy Land

proiezione e incontro con il regista Gilad Baram

domenica 27 agosto alle 20

e domenica 10 settembre alle 20

presso Il KINO

Nansenstr. 22

12047 Berlino

Tel: 01577 6811535

Biglietto 8 € acquistabile in prevendita al cinema o online qui

Controlla la programmazione di Il KINO Berlin, tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli o in inglese o in tedesco

Leave a Reply