La Strada delle Fiabe in 13 tappe per riscoprire i magici racconti dei fratelli Grimm

strada delle fiabe

La Strada delle Fiabe in Germania crea un percorso a tappe per riscoprire le fiabe dei fratelli Grimm

Sin da piccoli le fiabe ci hanno fatto sognare il tipico Happy Ending, da quello dell’amore della famiglia ritrovato a quello del principe azzurro. Sognando il “vissero felici e contenti” le fiabe hanno spesso un intento morale oltre che ludico. In ogni nazione, scrittori e poeti hanno raccolto ed elaborato le fiabe della tradizione popolare che prima venivano tramandate soltanto oralmente. La Strada delle Fiabe è un percorso a tappe per riscoprire le fiabe dei fratelli Grimm. I fratelli hanno fissato attraverso la scrittura con la raccolta Fiabe dei bambini e del focolare (1985) le fiabe di tradizione europea e tedesca ambientandole in diverse località della Germania, sulle quali nel 1975 è stato creato un percorso, la Strada delle Fiabe, che percorre 664 km da nord verso il sud Germania.

L’itinerario della Strada delle Fiabe

Il percorso parte da Brema fino ad Hanau (Francoforte), il paese nativo degli stessi fratelli Grimm. Si tratta di un itinerario che si può visitare interamente, visitando tutti i villaggi, borghi e castelli  oppure soltanto le tappe principali.

1. Brema

Brema: situata nella Bassa Sassonia è la città dove la fiaba dei Musicanti di Brema è stata ambientata e proprio nel centro storico c’è una statua in bronzo rappresentante i 4 animali. La città è ben collegata dall’aereoporto di Brema e in caso anche da quello di Amburgo.

Un post condiviso da DrKappa (@drkappaphoto) in data:

2. Bad Oeynhausen

Bad Oeynhausen in Renania- Settentrionale, è famosa sia come città termale sia per il suo Museo delle Fiabe e il parco naturale Aqua Magica. Ogni primo venerdì del mese alle ore 16 vengono narrate delle fiabe per la goia dei più piccoli e dei più grandi.

Un post condiviso da Volker Müller-Ulrich (@vomueu) in data:

3. Hamelin

Hamelin, è la città dove il Pifferaio magico riesce a liberare gli abitanti dall’invasione dei topi con il suono del suo flauto magico. La fiaba viene rappresentata presso il giardino civico ogni domenica, da maggio a settembre, mentre il musical viene rappresentato all’Hochzeitshaus-Terrasse ogni mercoledì alle 16.30. Un tour guidato sempre a tema offre la possibilità d visitare la Casa del Pifferaio, oggi un ristorante, la fontana e il resto della città. La città è decorata da file di topolini ed è possibile comprare numerosi pupazzetti per i più piccini.

Un post condiviso da Mr T (@bad_toyz_4_bad_boyz) in data:

4. Bodenwerder

Bodenwerder è la città nativa del mitico barone Münchhausen, la cui dimora è oggi trasformata in municipio. La cittadina si presenta come il tipico borgo medioevale attraverso il suo castello e architettura gotici, mentre la chiesa con le spoglie del barone sono conservate nella chiesa romanica. Alcuni cimeli e curiosità del barone sono esposti al MünchhausenMuseum. In estate le avventure del barone vengono rapprensentate attraverso opere teatrali.

Un post condiviso da Railic.Ai (@railic_ai) in data:

5. Polle

Il Burg Polle (il castello) è l’ambientazione di Cenerentola. Nelle rovine del castello è possibile immergersi nella fiaba attraverso delle rappresentazioni teatrali.

Un post condiviso da 🌻 Marlène (@ma_che20) in data:

6. Oberweser

Oberweser è la località dove sono ambientate sia Biancaneve e i sette nani che Il gatto con gli stivali. I suoi paesaggi, tra boschi e colline offrono un panorama mozzafiato che stuzzica la fantasia di questi luoghi incantati.

Un post condiviso da Sarah Winkelmann (@sarahwnklmnn) in data:

7. Hofgeismar

Hofgeismar, con il vicino castello di Sababurg, è la dimora della Bella addormentata nel bosco, la cui storia viene rapprensentata ogni mercoledì alle 16.30. L’edificio è circondato dalla foresta di Reinhardswald e dal il parco degli animali, lo zoo più antico d’Europa fondato nel 1571.

Un post condiviso da Liza♡ (@ljiljaliza) in data:

8. Trendelburg

Trendelburg, è la località la cui torre ha ispirato la fiaba di Raperonzolo. Spesso vengono organizzati eventi a tema.

Un post condiviso da Zceki (@zceki) in data:

9. Kassel

Kassel purtoppo non conserva i suoi edifici originali, ma sono stati ricostruiti dopo la loro distruzione nella seconda guerra mondiale. Kassel è una delle tappe più importanti della strada delle fiabe perchè quì dal 1959 si trova il Museo dei fratelli Grimm nel Palais Bellevue. L’importanza dei fratelli Grimm non è sottolineata soltanto nel loro lavoro di raccoglitori di fiabe ma anche come filologi, linguistici e ricercatori.

Un post condiviso da BP: 🙋🙋🙋 (@bahram.maria) in data:

10. Schwalmstadt

Schwalmstadt è la località con chiese, castelli e ambientazioni medioevali tra gli incantevoli boschi dove è stato ambientato Cappuccetto Rosso. Nel museo del borgo sono custoditi gli abiti tipici dei personaggi della fiaba. Ad Alsfelder, più vicino alla prossima tappa, si trova il museo Alsfelder Märchenhaus che è dedicato anch’esso a Cappuccetto Rosso.

11. Marburg

Marburg (Christenberg) è famosa per la sua prestigiosa università fondata nel 1527. Qui, i fratelli Grimm hanno studiato legge e iniziato i loro studi della letteratura popolare. Questo borgo è costellato di casette sovrastate da un castello risalente al dodicesimo secolo. Questo panorama ha fatto da ambientazione a Hänsel e Gretel e Madama Holle.

Un post condiviso da Tomy H. (@magictiron) in data:

12. Steinau

Steinau an der Straße è la città dove i fratelli Grimm hanno vissuto sino alle scuole superiori che hanno poi svolto a Kassel. A loro è stata eretta la “Märchenbrunnen” (fontana delle fiabe) e dedicato il Museo Brüder Grimm-Haus Steinau.

13. Hanau

Hanau è la città natale dei fratelli, dove si organizza in loro onore dal 18 luglio al 18 agosto il festival “Brüder Grimm-Festspiel” dall’anno 1985. La suggestiva location del festival è l’anfiteatro vicino al castello Philippsruhe. Nel 1986 è stato eretto il monumento nazionale in onore dei linguisti.

Un post condiviso da EMaria (@emaria.w) in data:

Foto di copertina: © HolgersFotografie CC BY-SA 0.0

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply