La video-vendetta del supermercato tedesco Edeka contro il rivale Lidl

Edeka

Dopo il video provocatorio di Lidl la vendetta di Edeka non si è fatta attendere

A febbraio la catena di supermercati di origine tedesca, Lidl, aveva pubblicato un video provocatorio dove metteva apertamente alla berlina una delle sue maggiori concorrenti: il gruppo Edeka. Il video era stato divulgato tre mesi fa, quando Lidl si era classificato al primo posto come migliore fornitore di frutta e verdura freschi al dettaglio. Nella clip una reporter si accinge ad intervistare alcuni persone appena uscite da una filiale Lidl, chiedendo loro se gli ortaggi acquistati siano effettivamente freschi e gustosi. Tra gli intervistati figura anche una donna che indossa un grembiule con il logo di Edeka, a dimostrazione del fatto che anche una commessa di Edeka preferisca di gran lunga i prodotti della terra offerti dalla concorrenza. Ma la video-vendetta della concorrente Edeka, già famosa per le sue geniali trovate di marketing, non si è fatta attendere troppo.

IL VIDEO PROVOCAZIONE DELLA LIDL

La video-vendetta di Edeka

Ovviamente il gruppo Edeka non ha digerito l’amara provocazione e ha reagito con un video altrettanto esilarante dal titolo “Neulich bei Lidl” (tradotto “L’altro giorno da Lidl”) dove a parlare non sono i personaggi che compaiono nella clip, ma le magliette che indossano. Così Edeka ha aggirato un ostacolo che altrimenti sarebbe stato insormontabile: Lidl non avrebbe infatti mai consentito alla concorrente di girare un video all’interno di una delle sue filiali. Le scritte sulle magliette sono un modo brillante per ovviare a questo inconveniente. Gli attori muti si aggirano nel reparto di ortaggi di una filiale Lidl, lamentando sia la mancanza di personale sia la scarsa offerta di frutta e verdura con una mimica che non lascia spazio a dubbi. Il video ha ottenuto quasi due milioni di visualizzazioni; una vendetta in piena regola dato che Lidl ne aveva raggiunte a malapena la metà.

 

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Screenshot

Related Posts

  • 10000
    La notizia, circolata qualche giorno fa su Whatsapp, circa la presenza sul mercato di fragole apparentemente mortali provenienti dall'Egitto ha suscitato crescente allarme tra i clienti dei supermercati tedeschi. Benché sia circolata soltanto qualche giorno fa su Whatsapp, la storia delle fragole mortali egiziane non è propriamente recente. Come riporta Berliner…
  • 10000
    Una pensionata settantenne racconta perché è costretta a lavorare ancora come cassiera di un supermercato. La pensione è un traguardo importante. Dopo anni di duro lavoro rappresenta il momento per riposarsi e dedicarsi agli hobby, ai viaggi, alla lettura o ai nipoti. Eppure non tutti possono godersi la pensione con…
  • 10000
    Presentarsi alla cassa senza scontrino per ottenere il rimborso di un prodotto: succede quotidianamente in centinaia di negozi in tutto il mondo. Normalmente la richiesta è fatta in buona fede, o almeno rimane salvo il principio che, nonostante possano essere scaduti termini e condizioni per ottenere il rimborso, almeno il…
  • 10000
    Si intitola semplicemente Netto-Katzen ed è il geniale spot della catena tedesca  di supermercati discount Netto. La pubblicità è diventata velocemente virale. Dentro vi si ritrovano citazioni di tanti video di gatti e gattini che hanno totalizzato migliaia di visualizzazioni su Youtube negli ultimi anni: dal gatto che allunga comunque - al…
  • 10000
    La cucina italiana è una delle più apprezzate al mondo e quanto più una cosa diventa celebre, tanto più viene imitata. E nel caso della nostra cara cucina mediterranea, imitata male. Anche dopo anni di vita berlinese continuano a esserci aspetti della cultura culinaria italiana rielaborata all'estero che non ci…

Federica Zeppieri

Viaggiatrice instancabile e lettrice insaziabile, amo tutto ciò che rappresenta evasione fisica e mentale. Gli aeroporti e le librerie sono i miei luoghi preferiti. Adoro la sabbia, l'odore della benzina, gli ostelli sovraffollati, le supercazzole, i film trash e la polemica fine a se stessa. I miei sport preferiti sono il disegno e il trekking in solitaria. Cervello germanico e cuore latino, di giorno passeggio per le strade di Berlino, di notte sogno il Brasile.

Leave a Reply