Le illusioni ottiche della street-art che fa rivivere i palazzi abbandonati di una cittadina francese

Berlino è la capitale della street art e questo sono in tanti a sostenerlo. Ma l’artista Patrick Commecy sta portando avanti un interessantissimo progetto di street art iperrealista in Francia: attraverso la sua arte, Commecy trasforma vecchi edifici abbandonati e/o diroccati in splendide opere d’arte dallo stile retrò.

Immaginate di vivere in un paese dagli edifici grigi e monotoni e di svegliarvi un giorno in una città completamente diversa pur non essendovi spostati di mezzo metro. La cosa non è impossibile se vi trovate a vivere in uno dei tanti paesini toccati dalla mano magica dell’artista francese Patrick Commecy. Con l’aiuto del suo team, l’artista ha trasformato e trasforma tuttora le facciate grigie e diroccate di molte cittadine francesi in splendidi trompe-l’oeil.

Le opere

Il trompe-l’oeil è il genere pittorico che consiste nel rappresentare un soggetto in modo così realistico da ingannare l’occhio e far scomparire il supporto su cui è dipinto. Spesso l’illusione è talmente forte da indurre l’osservatore a pensare di trovarsi di fronte a oggetti tridimensionali. Non a caso il termine significa letteralmente “inganna l’occhio”. Le opere di Commecy sono riconoscibili per il loro realismo, ma al tempo stesso sono anche incredibilmente vivide e fantasiose: donne affacciate alla finestra, vicoli brulicanti di persone, lavandaie, panettieri e bambini urlanti. Non manca niente nell’universo immaginativo del pittore francese.

L’artista

Patrick Commecy è direttore artistico dello studio A-Fresco e vive attualmente a Vienna, ma continua a lavorare in tutta la Francia su commissione di privati e di pubbliche amministrazioni. Le sue opere sono diventate delle vere e proprie attrazioni turistiche.

Ecco tutto lo splendore delle sue opere in un video:


Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: screenshot da youtube

Federica Zeppieri

Viaggiatrice instancabile e lettrice insaziabile, amo tutto ciò che rappresenta evasione fisica e mentale. Gli aeroporti e le librerie sono i miei luoghi preferiti. Adoro la sabbia, l'odore della benzina, gli ostelli sovraffollati, le supercazzole, i film trash e la polemica fine a se stessa. I miei sport preferiti sono il disegno e il trekking in solitaria. Cervello germanico e cuore latino, di giorno passeggio per le strade di Berlino, di notte sogno il Brasile.

Leave a Reply