Le statistiche dimostrano che la presenza di ciclisti per le strade diminuisce il numero di incidenti

Sembra incredibile ma è così: più ciclisti per strada garantiscono meno incidenti. A patto però che ci siano le piste ciclabili.

Ad Amsterdam e Copenhagen, dove il mezzo di trasporto più comune è proprio il tanto amato mezzo a due ruote, ci sono meno incidenti che includono ciclisti in comparazione alle restanti metropoli europee. A rivelarlo è un rapporto stilato dall’Istituto Wuppertal per l’organizzazione ambientale Greenpeace. Pare infatti che nelle due città del Nord Europa ci siano solamente dai 7 ai 12 incidenti ogni 10mila biciclette in uso.

Lo studio condotto dall’Istituto Wuppertal per Greenpeace

L’Istituto Wuppertal, che si occupa di ambiente, energia sostenibile e cambiamenti climatici, ha comparato le città più popolose di 13 Paesi europei in termini di qualità dell’aria, sicurezza per strada, trasporti pubblici, amministrazione della mobilità e l’impatto del traffico su ciclisti e pedoni. La connessione tra inquinamento, uso dei trasporti pubblici e la presenza di piste ciclabili è stata fondamentale per decretare i risultati del rapporto. Sul podio Amsterdam, Copenhagen e Oslo, seguiti da Zurigo – che occupa un posto privilegiato per le buone connessioni tra i mezzi pubblici – Vienna e Madrid. Nella classifica seguono poi Parigi, Brussels, Budapest e, al decimo posto, la capitale tedesca. Gli ultimi arrivati sono invece Londra, Mosca e Roma.

Ciclista, © Surdumihail, BY-SA CC 0.0.

La situazione a Berlino

Berlino risulta penalizzata nel ranking soprattutto per via dell’organizzazione del trasporto pubblico, in cui è dodicesima in classifica, ma tra le prime per piste ciclabili e pedonali in cui riceve la medaglia di bronzo. A Berlino l’uso di biciclette è molto diffuso, con una percentuale del 13% sul totale dei mezzi scelti dai residenti. Nonostante questo, il numero di incidenti è di molto superiore alle medie di Amsterdam e Copenhagen, con un totale di 163 incidenti ogni 10mila rotte percorse. Ad avere la peggio sono invece Brussels e Londra, rispettivamente con 211 e 251 incidenti. «Piste ciclabili ben costruite rendono le strade più sicure»: queste le parole di Marion Tiemann, esperta sul traffico per Greenpeace, riguardo le ciclabili di Berlino. Il problema principale della capitale sarebbe non tanto nella povertà di spazi riservati ai mezzi ecologici a due ruote, bensì alle auto che stazionano o occupano le stesse.

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Josh Bean per Unsplash, BY-SA CC 0.0.

Leave a Reply