L’Italia è un Paese da distruggere

Nel 2003 usciva in Italia La meglio gioventù, film di Marco Tullio Giordana che, attraverso la storia di due fratelli interpretati da Alessio Boni e Luigi Lo Cascio, raccontava l’Italia dal 1966 al 2003. La scena che segue è ambientata sul finire degli anni ’60. Ecco il dialogo tra Nicola e il Professore da molti soprannominato L’Italia è un Paese da distruggere. Più in basso trovate il video. Per chi, come molti dei lettori di Berlino Cacio e Pepe Magazine, ha scelto con rammarico di lasciare l’Italia, è difficile trattenere la malinconica commozione. Purtroppo i problemi dell’Italia nascono da lontano. Ci sono voluti più di trent’anni per fare sì che ci si accorgesse come si stesse portando il paese alla morte. Speriamo solo che ce ne vogliano meno di trenta da qui in avanti per invertire la rotta.

——

Professore: Lei promette bene, le dicevo, e probabilmente sbaglio, comunque voglio darle un consiglio, lei ha una qualche ambizione

Nicola: Ma… Non…

Professore: E allora vada via… Se ne vada dall’Italia. Lasci l’Italia finché è in tempo. Cosa vuol fare, il chirurgo?

Nicola: Non lo so, non… non ho ancora deciso…

Professore: Qualsiasi cosa decida, vada a studiare a Londra, a Parigi, vada in America, se ha le possibilità, ma lasci questo Paese. L’Italia è un Paese da distruggere: un posto bello e inutile, destinato a morire.

Nicola: Cioè, secondo lei tra un poco ci sarà un’apocalisse?

Professore: E magari ci fosse, almeno saremmo tutti costretti a ricostruire… Invece qui rimane tutto immobile, uguale, in mano ai dinosauri. Dia retta, vada via…

Nicola: E lei, allora, professore, perché rimane?

Professore: Come perché?! Mio caro, io sono uno dei dinosauri da distruggere.

Guarda anche il monologo di Charlie Chaplin in Il grande dittatore, uno dei più bei discorsi della storia del cinema

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Magazine prima come blog, dopo come magazine. Collabora anche con AGI, Wired, Huffington Post, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

One Response to “L’Italia è un Paese da distruggere”

  1. striped

    bella citazione….purtroppo e’ sempre lei, la grande bellezza….

    Rispondi

Leave a Reply