«Lufthansa deve rimborsare i voli Air Berlin cancellati »

cc0

A sostenerlo è l’attuale Il Ministro della giustizia tedesco Heiko Mass.

“Lufthansa, a seguito dell’acquisto di gran parte della linea area berlinese, dovrebbe dimostrare maggiore attenzione possibile ai passeggeri in possesso di biglietti di voli ora cancellati”. Della stessa opinione è Klaus Müller, capo dell’unione consumatori tedeschi. “Lufthansa dovrebbe generosamente rimborsare i passeggeri”.

Come ottenere il rimborso dei voli Air Berlin

Al momento il rimborso dei voli è previsto solo per chi ha acquistato voli dopo il 15 agosto, giorno in cui Air Berlin ha dichiarato fallimento. Per provare ad ottenerlo bisogna rivolgersi al curatore fallimentare e iscriversi così alla lista dei creditori. Se il volo è stato acquistato prima del 15 agosto, come sottolinea Berliner Morgenpost, ci sono pochissime possibilità di avere i solidi indietro.

Quando finirà Air Berlin

L’ultimo volo di linea Air Berlin in Europa è previsto entro il 28 ottobre, mentre quello sulle lunghe distanze è già avvenuto. Si tratta di un volo Miami -Düsseldorf terminato con un saluto d’onore il cui video ha già di migliaia di visualizzazioni.

La buonuscita del CEO di AIr Berlin scatena polemiche

Nel frattempo forti critiche da parte di CDU, SPD e sindacati a Thomas Winkelmann, CEO della fallita Air Berlin beneficiario di una buonuscita milionaria nonostante il licenziamento di diverse migliaia di impiegati dell’azienda ora disoccupati. Winkelmann, ex dirigente della Lufthansa, era stato assunto a febbraio 2017, quando la situazione critica di Air Berlin era già chiara. Per lui era stato previsto un salario annuale base di 950mila € fino al 2021 con un bonus minimo annuale di 400.00 € e una speciale clausola che ne garantiva il pagamento a prescindere dall’eventuale fallimento della società e richieste di altri creditori. “C’è bisogno di una nuova legge che tuteli i più deboli in casi di insolvenze” ha dichiarato  Ralf Stegner, portavoce dell’SPD della regione Schleswig-Holstein.


SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply