Aumentano furti e rapine sui mezzi pubblici di Berlino

Aumentano i borseggi sui mezzi pubblici della capitale tedesca. Questo il risultato delle statistiche presentate dalla societá di trasporto di Berlino (BVG) ed analizzate dal quotidiano berlinese Morgenpost in merito ai crimini commessi su autobus, tram e treni metropolitani nel 2013. Le procedure di risarcimento per le vittime di furti nel corso dell’ultimo anno solare sono state infatti ben 5512, addirittura il 32% in più rispetto all’anno precedente, con una media che si attesta intorno ai 15 furti al giorno.
La buona notizia è costituita invece dal dato generale: se i borseggiatori infatti continuano ad essere una minaccia per i viaggiatori berlinesi, tutti gli altri crimini, dalle risse al disturbo della quiete pubblica, diminuiscono invece sensibilimente, con un decremento di circa il 13% negli ultimi 12 mesi.

Il problema connesso al borseggio si lega in realtà ad una tendenza ben più ampia e che interessa tutta la città di Berlino. Se andiamo infatti a guardare le statistiche sul crimine cittadino diffuse dalla Polizia locale, scopriamo che nel 2013 sono stati registrati ben 20.794 casi di furto o rapina, oltre 600 al giorno, una media appena più bassa di quella di città come Milano e Roma (rispettivamente 29.149 e 25.231 casi l’anno di cosiddetti „furti con destrezza“) e che viene giustificata dalle forze dell’ordine locali con il notevole incremento turistico vissuto dalla capitale tedesca durante gli ultimi 5 anni.

Le associazioni dei passeggeri, su tutte la Berliner Fahrgastverband, accusano la BVG di non impegnarsi abbastanza nel contrasto alla criminalità sui mezzi pubblici, favorita dallo scarso numero di corse sulle linee più trafficate nelle ore di punta, il cui affollamento si trasforma in un vero e proprio paradiso per i borseggiatori.
I reati totali registrati nel 2013 sulle linee della BVG sono stati 14.362, 1.150 in più rispetto alla precedente rilevazione. Nonostante questo, la compagnia di trasporto berlinese si dichiara soddisfatta del lavoro di prevenzione sin qui portato avanti e sottolinea l’impegno in contrasto alla criminalità, dimostrato dal controllo video cui sono oggi sottoposte le 173 stazioni metropolitane della città, l’85 % dei bus ed il 59% dei tram.

Foto di copertina: Der Berliner U-Bahnzugtyp A3L92 © Jcornelius CC BY-SA 3.0

Related Posts

  • Il The local.de pubblica le statistiche di soddisfazione per i mezzi pubblici in varie località tedesche. E quelle sui viaggi senza biglietto. Interessante risultato per Berlino. La compagnia berlinese dei mezzi pubblici, la BVG, dichiara in tutti i modi il proprio amore per la capitale, non da ultimo con lo slogan…
  • Dieci linee U-Bahn, 15 linee S-Bahn, 22 tram e 198 bus: il trasporto pubblico berlinese è davvero ben ramificato e, come recitava una vecchia campagna pubblicitaria della BVG (l'azienda che lo gestisce insieme alla Deutsche Bahn), vi porta dove volete senza abbandonarvi mai. I trasporti pubblici, normalmente, li si vede…
  • Nelle stazioni della metro di Berlino da qualche giorno non si vedono più i soliti manifesti pubblicitari di prodotti ed eventi. Al loro posto si trovano cartelloni monocolore con scritte a lettere cubitali, in tedesco, frasi che sembrano dichiarazioni d'amore. Nessuna spiegazione, solo l'hashtag #weilwirdichlieben ("poiché noi ti amiamo"). È la nuova campagna…
  • La polizia di Berlino pubblica regolarmente sul suo sito materiale informativo sul tasso di criminalità nella capitale tedesca e sulle migliori strategie di prevenzione e difesa per il cittadino. È di maggio questa mappa dei luoghi "caldi" della microcriminalità berlinese, quelli in cui è più probabile essere derubati. Nelle zone marcate in rosso le…
  • Richiamare l'attenzione sulla povertà che coinvolge molti individui della società salvando qualcuno dalla multa per avere viaggiato senza biglietto. E' questa la ragione per cui l'associazione NaturFreunde Berlin, gli amici della Natura di Berlino, ha deciso di dare vita ad un'iniziativa più che mai particolare: spingere i possessori di abbonamenti…

Leave a Reply