Modersohnbrücke, il ponte più romantico di Berlino

Modersohnbrücke

Il comune di Berlino lo considera come il ponte più romantico della città anche se non collega due sponde del canale o del fiume, ma passa sopra i binari dei treni.

Siamo ad Est, Friedrichshain. Tra Ostkreuz e Warschauer Strasse. Stiamo parlando del Modersohnbrücke, una settantina di metri, percorsi da due corsie per le auto, una per senso di marcia. E poi, lateralmente, da una coppia di piste ciclabili e passaggi pedonali. Costruito tra il 1913 e il 1914 (a Berlino già allora c’era la Sbahn), fu uno dei pochi ponti cittadini a rimanere intatto durante la seconda guerra mondiale. Cedette solo nel 1999 a causa dell’usura e fu finito di ricostruire tre anni dopo, nel 2002.

Perché è romantico?

Qui ogni pomeriggio di bel tempo, soprattutto quando è tramonto, si siedono decine di berlinesi gustandosi il panorama. Davanti a loro si estende un lunghissimo “campo libero” che sembra portare direttamente alla lontana Alexanderplatz. Lontana più di sei chilometri. I binari infatti impediscono la costruzione di edifici, poco più avanti anche il fiume segue lo stesso percorso dei binari. Così, rivolgendosi ad Ovest in un solo colpo d’occhio, a destra Berlino Est e a sinistra quella Ovest. Ecco i palazzoni Ddr, la lunga torre della Basf, il magazzino della Metro, il ponte di Jannovitzbrücke e tanto altro, dritto fino all’antenna della televisione.

Nessun riflesso dell’acqua né panorami naturali, ma paesaggio urbano, tanto e diverso. In una città che ha come simbolo il Muro e le sue macerie, dopotutto, non poteva che essere così. Sul Modersohnbrücke, guardare i treni non simboleggia il tempo perso di un gruppo di ragazzi usciti da un libro di Irvine Welsh. C’è qualcosa di diverso nell’aria e così capita di vederci alcuni dei baci più appassionati di Berlino. Gli abbracci di chi può stare in silenzio seduto su un guardrail. Con la testa di lei appoggiata sul busto di lui, mentre entrambi rivolgono il proprio sguardo verso una città che in quel momento è al tempo stesso sia casa che futuro. Quando è sera poi, le luci colorate che illuminano da sotto il guardrail danno un ulteriore tocco di intimità al luogo, come se fosse la terrazza di un qualche locale notturno.

Un punto di ritrovo

Il ponte ormai è un punto di ritrovo così conosciuto che spesso ci si organizzano anche party improvvisati. Non è come l’Admiralbrücke, più bello, ma meno “movimentato”, nonostante sia un ponte pedonale. Sul Modersohnbrücke lo spazio a disposizione è poco, ma una volta che si ha una birra o un Club Mate in mano e c’è qualcuno con delle casse abbastanza potenti da fare sentire i bassi di una musica danzereccia. Non bisogna certo pregare nessuno per cominciare a muovere braccia e bacino e pensare di trovarsi nel posto giusto nel momento giusto. Sperando che sia davvero così anche in futuro.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Laddir Laddir – Modersohnbrücke –  CC BY SA 2.0

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Magazine prima come blog, dopo come magazine. Collabora anche con AGI, Wired, Huffington Post, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply