Müggelturm, la torre dell’Est dalla quale si vede tutta Berlino

Müggelturm

Una terrazza panoramica dalla quale poter godere dell’incantevole e sterminata veduta sui laghi e sullo skyline di Berlino. Un punto di vista unico sulla città.

La Müggelturm, una delle mete preferite dagli Ossi (i berlinesi dell’Est) nei giorni assolati, assunse il volto che conosciamo soltanto nel 1961. Venne inaugurata dopo un tribolato percorso segnato da incendi e ricostruzioni. La torre originale, una bellissima struttura in legno risalente al 1889, con tetto a pagoda cinese e un ristorante panoramico posto sul punto più alto della collina, non esiste più.

La storia della Müggelturm

Oggi la torre svetta con i suoi 30 metri di vetro e cemento sulla collina di Müggel, punto panoramico nel distretto di Köpenick. Più di 100 gradini portano alla piattaforma d’osservazione che si trova a ben 120 metri sopra il livello del mare, offrendo una vista panoramica che si estende sopra la foresta. Nel 1945 la Müggelturm perse la sua natura di luogo di intrattenimento. Venne dichiarata oggetto militare ed utilizzata come torre radio. Nell’aprile dello stesso anno, poco prima dell’avanzata dell’esercito sovietico, le autorità tedesche decisero di farla saltare in aria. La demolizione verrà impedita all’ultimo istante dal ristoratore Wichelhaus, il quale taglierà i fili della carica esplosiva. La struttura abbandonata cadde in rovina. Fino a quando il Consiglio di Berlino Est decise di rimettere in sesto l’edificio, ripristinando la terrazza panoramica e ampliando il ristorante. Peccato che proprio durante i lavori di saldatura un grosso incendio distrusse tutto.

Gli anni del Muro

Durante gli anni della ricostruzione della città, il Berliner Zeitung indisse un concorso di idee per la costruzione di un nuovo edificio sulla collina di Müggel. Tra i diversi progetti pervenuti, risultò vincitore quello presentato da un gruppo di studenti dell’Accademia di Arte di Weissensee. Il progetto era orientato al linguaggio formale del modernismo e vanificava l’atteggiamento volutamente eclettico della versione originale. La Müggelturm, con i suoi edifici addossati, rappresentava un esempio di architettura moderna, in perfetto stile socialista. Fortemente sostenuta dall’impegno e dalla generosità degli abitanti, che contribuirono con donazioni e ore di lavoro volontario, venne inaugurata con grandi festeggiamenti nel Capodanno del 1961, diventando uno dei monumenti più conosciuti di Berlino Est.

La ricostruzione

Dopo la svolta del 1989, dopo essere stata abbandonata e inutilizzata per anni, la struttura aveva urgente bisogno di lavori di ristrutturazione. Lo Stato di Berlino, dopo aver iscritto l’edificio nella lista dei beni storico-architettonici, iniziò così un intenso lavoro di recupero nel 1996. Dopo alcuni anni però, non potendo più sostenere le spese, la società dei fondi statali mise in vendita l’intera area. Iniziò un lungo tira e molla tra proposte di investitori privati rifiutate e tentativi fallimentari di ripristinare le strutture. Fino al 2011, quando, durante i festeggiamenti del cinquantesimo anniversario dalla costruzione, il nuovo (e attuale) proprietario rese nota la volontà di investire capitale ed energie per dare nuova vita alla struttura, che per anni ha rappresentato un punto d’orgoglio per tutto il quartiere di Köpenick. I lavori di recupero sono terminati ed ora l’edificio ospita un ristorante.

Müggelturm

 Straße zum Müggelturm 1, 12559

Aperto ogni giorno dalle 10:00 alle 20:00

Ricerche a cura di: Z.Munizza, responsabile del progetto Berlino Explorer che organizza periodicamente guide tematiche ed esplorazioni urbane.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Stefano Corso 

Zuleika Munizza

Zuleika Munizza responsabile del progetto di ricerca Berlino Explorer, presenta e racconta Berlino attraverso la sua storia e le sue trasformazioni, da un punto di vista architettonico e sociale.

Leave a Reply