Passaporti siriani falsi per entrare in Germania: si acquistano su facebook

Lo scorso 25 agosto Angela Merkel ha dichiarato che la Germania accoglierà tutti i rifugiati siriani. Non si può vivere in un Paese in guerra, chi viene dalla Siria può essere sicuro di essere accettato a Berlino,  a differenza di quanto accade per molti altri profughi.  La decisione della cancelliera ha logicamente attratto l’attenzione di chi, anche sui migranti, è pronto a fare business. E così la pagina facebook اللجوء الى المانيا   (Asilo in Germania) ha deciso di cominciare a fornire consigli su come destreggiarsi ed essere accettati in Germania sia se si è siriani (e qui non c’è niente di male), sia se non lo si è, ma lo si vorrebbe tanto essere. E così, come riporta un interessante articolo della Deutsche Welle, al modico prezzo di 1500 dollari, poco più di 1400 euro, ecco che chi lo desidera può ordinare un falso passaporto siriano, lasciapassare per un futuro in Germania.

Perché fingersi siriani in Germania. La possibilità di essere accettati in Germania come in altri paesi dell’Unione Europea dipende prima di tutto dal Paese da cui si proviene. Alcune nazioni (Serbia, Croazia, Ghana) non sono più reputate così pericolose da non permettervi una vita. E così i loro rchiedenti asilo hanno bassissime possibilità di essere accettati in Unione Europea. In virtù del trattato di Dublino, a meno che non si trovi in un campo organizzato da un ente internazionale e lo faccia a distanza, ogni profugo deve fare richiesta di accoglienza nel primo paese dell’Unione Europea in cui arriva. La Germania però, dopo le parole della Merkel, si è detta disposta ad accogliere tutti i siriani, anche quelli già prematuramente registrati altrove, Ungheria, Grecia o Austria che sia. La pagina facebook اللجوء الى المانيا , totalmente scritta in arabo (e verosimilmente rivolta quindi ad arabi) si propone di offrire tutto ciò che serve ad un profugo che finge siriano per non avere noie ed essere accettato.

Screenshot Facebook EINSCHRÄNKUNGLa pagina e i falsi passaporti siriani: come ottenerli. Dalle varie inserzioni pubblicitarie la pagina sembra essere localizzata in Turchia. Tra i post vi sono i numeri di telefono delle guardie costiere di Grecia, Turchia, Italia e Malta, la possibilità di acquistare dei titoli di laurea (a 93 euro) oltre, come detto i falsi passaporti siriani  Il post sembra diretto a siriani che si trovano giù in Turchia ed hanno problemi con le autorità, ma leggendo bene si scopre che in realtà è diretto anche ai non siriani. Il costo è 1500 dollari. Unica precauzione: non fare mai vedere il timbro apposto dal Ministero degli affari esteri ad un’autorità siriana, solo in quel caso si rischia di essere scoperti. Gli europei non si possono accorgere del timbro falso. Nel post c’è scritto di chiamare un certo Samer per mettersi in contatto e ottenere il documento. Lo si può fare solo via WhatsApp e Viber, non chiamata diretta.

Screenshot Facebook EINSCHRÄNKUNG

Al colloquio. Una volta arrivati in Germania e fatto accettare il passaporto falso è comunque necessario il colloquio. E allora ecco i consigli per non farsi scoprire: assicurarsi che la propria storia combaci con quella dei propri parenti, essere accurati nelle risposte, ma non scendere mai troppo nei particolari, sembrare forte e sicuro di sé, ma non arrogante, essere paziente, tranquillo e sorridere sempre. C’è anche una mappa (la vedete sotto) con la lista dei centri d’accoglienza con breve indicazione sul se siano indulgenti o meno con le pratiche.

A perderci sono i veri siriani. Il problema dei passaporti siriani falsi è già noto alla Frontex, l’agenzia per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell’Unione europea, ma nessuna azione specifica è stata al momento attuata. Certo è che a perderci saranno i veri siriani: subiranno maggiori controlli i loro documenti e, in generale, tutto il processo di pratiche dei richiedenti asilo sarà ritardato.

Screenshot Facebook EINSCHRÄNKUNG

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Leave a Reply