Pornostar tedesca espulsa dal partito neonazi: sul set ha fatto sesso con un nero

Ok, l’Npd – Nationaldemokratische Partei Deutschlands – nominalmente non è un partito neonazista, ma lo è nei fatti. La decisione di espellere dal suo movimento la pornostar Ina Groll in arte Kitty Blair, ne è l’ennesima conferma. La colpa della ventottenne? Aver fatto sesso sul set di Kitty schluckt Sperma con un attore afroamericano.

E dire che la Blair si era impegnata a fondo in passato per attirare attenzione (positiva e strettamente maschile) sull’Ndp. Foto, video, slogan. Non si era risparmiata (e tuttora sulla sua pagina facebook appaiono vari e recenti pensieri di estrema destra), ma non è bastato.

Allo stesso tempo anche il mondo del porno sembra averla abbandonata. Come riporta il Dailymail, John Thompson, portavoce dell’industria del porno tedesca e a capo della casa di produzione berlinese GGG, ha confermato che l’attrice sarà d’ora in poi boicottata: “Nell’industria del porno tutti sono benvenuti a prescindere dal colore della pelle e dalle nazionalità, tranne i Nazis. Se avessimo saputo prima delle sue attività politiche, l’avremmo mandata a casa subito“. Forse è tutta una trovata pubblicitaria, Thompson è anche il regista del film in questione, ma sarebbe davvero triste lo stratagemma razzista per attirare visibilità e per ora non c’è nessuna smentita.

Certo è che Kitty Blair non sarà una persona particolarmente amabile, difficile esserlo quando si prova simpatia per l’Ndp, ma essere discriminata per le proprie idee politiche (l’Npd non è un partito fuorilegge e lo scorso settembre ha ottenuto l’1,3% alle elezioni parlamentari) forse non è proprio una grande trovata in termini di tolleranza. 

In ogni caso, in tutta questa storia, forse quello che se la sta godendo di più è l’attore afroamericano….

 

LEGGI ANCHE ARTEMIS, IL BORDELLO PIU’ FAMOSO DI BERLINO

pornostar tedesca nazi

Schermata 2014-04-04 alle 04.50.48

Leave a Reply