Ramazzotti goes Mixology: l’evento sulla Sprea di Berlino è mozzafiato

Il celebre amaro italiano Ramazzotti ha deciso di farsi largo a Berlino in grande stile: un evento eccezionale, ospitato al Private Roof Club, location d’eccellenza all’ultimo piano di un edificio a due passi dall’Oberbaumbrücke, e accompagnato dalle deliziose pietanze preparate dalla chef Luisa Giannitti. Il tutto annaffiato da aperitivi e cocktail a base di Ramazzotti nelle sue varie versioni.

Chi è Luisa Giannitti. Cuoca napoletana trapiantata a Berlino, Luisa si impegna ogni giorno a far conoscere in Germania la nostra cultura culinaria. Organizza corsi di cucina, realizza catering per eventi su richiesta oppure viene a cucinare a casa vostra quando volete passare una serata diversa.

Come si è svolta la serata. Tutto è iniziato con un bellissimo aperitivo sulla terrazza all’ultimo piano dell’edifico. Luisa ha cucinato sul momento la tipica pizza fritta napoletana condendola semplicemente con pomodoro fresco, mozzarella e basilico. La cena vera e propria si è svolta invece al piano inferiore, in una stanza al chiuso ma con ampie finestre sulla Sprea. Luisa ha presentato ogni piatto spiegandone brevemente la preparazione e la storia: un raviolo ripieno di burrata in salsa di peperoni, un’insalata con olive nere e pinoli, una deliziosa parmigiana di melanzane e per concludere crema chantilly con salsa di fragole e biscotto al limone. La serata è stata accompagnata dalla musica di Armando Quattrone, cantante italiano residente ad Amburgo e molto famoso in Germania: un suo pezzo è stato scelto per accompagnare lo spot dell’Aperol Spritz.

Ramazzotti goes Mixology. La serata era volta principalmente a presentare il Ramazzotti Aperitivo Rosato, nuova versione del celebre amaro perfetto per realizzare cocktail di vario genere. Da mischiare con prosecco e basilico per avere un effetto Spritz (Rosato Mio), oppure con lime e tonica per un aperitivo più fresco (Rosato Duo), oppure ancora con mirtilli o vino rosè per una variazione più fruttata (Rosato Aura): si rivela eccezionale in tutte le sue combinazioni che potevano essere provate per l’aperitivo e anche durante la cena. E per concludere? Ovviamente un Ramazzotti classico, o al massimo nella sua versione Arancia, ma sempre come digestivo.

Foto © Ulf Büschleb

Related Posts

  • Le classiche birrerie tedesche, meglio conosciute come "Kneipen", sono praticamente infinite. Ma dove si può gustare un buon White Russian o un Mojito fatto come si deve? Ecco una lista dei migliori cocktail bar di Berlino. Galander Ce ne sono due a Berlino, uno a Kreuzberg e uno a Charlottenburg. È un…
  • A passi molto lenti, ma l'estate si sta avvicinando. E cosa può esserci di meglio, specialmente il weekend, per liberarsi da una settimana di stress lavorativo e caos metropolitano, di stendersi su una bella sdraio in spiaggia, sorseggiare una bella birra ghiacciata o un cocktail fatto a regola d'arte e…
  • Friedrichshain è famosa per la quantità di locali che offre e per una vita serale e notturna piuttosto vivace. Qui vi parliamo di un ottimo cocktail bar del quartiere. Poco distante dalle vie maggiormente frequentate, si trova il Barato (in Proskauer Straße 33), bar aperto in orario serale in cui è…
  • Berlino è una città eccezionale per chi cerca locali con il wifi, sia che si tratti di un controllo veloce all'email che ci si voglia portare il proprio pc o tablet e lavorare qualche ora senza lo stress di un cameriere che ogni dieci minuti ti chiede se vuoi ordinare…
  • Una categoria di locali che non è estremamente diffusa a Berlino è quella dei disco-pub o "Tanzbars", ovvero quell'incrocio tra una bar e una discoteca perfetto per quando si ha voglia di bere qualcosa e ascoltare buona musica o anche ballarla, ma senza andare in un vero e proprio club.…

Sara Trovatelli

Dottoranda in traduzione letteraria, traduttrice, amante del buon cibo, dei viaggi e di tutto ciò che è cultura, vive a Berlino dal 2012 dopo essersene innamorata durante una gita lampo ai tempi del liceo.

Leave a Reply