Ristorante tedesco offre visibilità, e basta, ai musicisti. Ecco cosa gli è stato risposto.

A Berlino e in Germania in generale ci sono tantissimi musicisti e molti gestori di locali, soprattutto dei più piccoli, sono abituati a far esibire i musicisti, spesso senza pagarli, bensì lasciando che sia il pubblico a ricompensarli con le offerte a cappello. Niente di assurdo finché i musicisti accettano la proposta, facendosi bastare le mance e il possibile guadagno in visibilità…pur sempre una buona occasione per tanti che ancora si devono fare un nome e in tal modo hanno la possibilità di acquisire esperienza e più confidenza col palco…ciò nonostante una richiesta di suonare gratis al 100% come quella avvenuta in un ristorante tedesco di Lubecca e diventata famosa grazie alla pagina facebook della RockPop Schule di Lubecca, a sua volta riportata dalla Zeit, non si era mai sentita.

I gestori di questo ristorante hanno scritto un annuncio davvero unico, sulla cui legittimità lasciamo giudicare voi, dopo aver letto quanto segue…anche se apparentemente qualcuno ci ha già pensato…

CERCASI:

“Siamo un piccolo ristorante e cerchiamo musicisti che eventualmente suonino da noi per diventare famosi.
Difatti non possiamo pagare alcuna ricompensa, ma se la cosa funziona e la vostra musica viene apprezzata dai nostri clienti, possiamo anche organizzare degli eventi di ballo nel weekend. Se siete quindi interessati a far conoscere la vostra musica, fateci sapere”

RISPOSTA

“Siamo musicisti e abitiamo in una grande casa. Cerchiamo un ristorante che faccia eventualmente catering durante i nostri concerti in modo da diventare famoso. Non possiamo pagarlo nulla, ma se la cosa funziona bene e il cibo è buono, dopo lo postremo fare anche regolarmente. Sarebbe di sicuro una buona pubblicità al vostro ristorante. Per favore, fateci sapere”.

644729_10151337537406927_805919147_n

Carlo Barbini

Musicista, cantautore, studente di Biologia Molecolare alla Humboldt Universitaet, amante della scrittura, del cinema, tanto innamorato della propria Venezia, quanto attratto dalla Grande Mela e sempre assetato di novità, viaggi e spritz!

Leave a Reply