Scandalo ospedali di Berlino, 534 morti per infezioni solo negli ultimi 10 anni

I germi ospedalieri “multi-resistenti” sono letali per la salute dei pazienti e anche molto difficili da neutralizzare.

Negli ultimi dieci anni, negli ospedali di Berlino sono stati rilevati 3482 casi di infezione e ben 534 decessi in conseguenza. Le infezioni possono essere trasferite ai pazienti malati attraverso determinati trattamenti intensivi. Date le loro condizioni infatti sono pericolosamente esposti a eventuali propagazioni di infezioni. Si parla di germi “multi-resistenti”, davvero micidiali per la salute e difficili da combattere. Le istituzioni sanitarie stanno cercando di trovare delle soluzioni per frenare una volta per tutte la trasmissione di questi germi letali. All’interno degli ospedali vengono richiesti standard igienici elevati, ma nonostante questo attento controllo sanitario, possono persistere dei contagi.

I germi responsabili delle infezioni colpiscono sopratutto i malati cronici

Secondo gli esperti, ogni anno centinaia di pazienti vengono infettati da germi ospedalieri. Nel frattempo, sono stati rilevati i quattro principali agenti patogeni responsabili delle infezioni. Il batterio Staphylococcus aureus è resistente alla meticillina (MRSA) e ha causato 198 decessi. 40 infezioni e 5 decessi sono stati invece generati dall’Acinetobacter spp., batterio del suolo e delle acque di scarico. 327 persone sono state colpite dal germe intestinale Clostridium difficile. Infine gli Enterobatteri, presenti anche nell’intestino, hanno provocato 126 infezioni e 5 morti. Le infezioni in questione non sono pericolose per le persone sane, ma si presentano nello specifico a tutti quei pazienti che risultano indeboliti dalle cure intraprese all’interno dell’ospedale. In particolare, sono a rischio coloro che sono affetti da cancro o da malattire croniche.

Le autorità sanitarie stanno cercando soluzioni durevoli per fermare le infezioni

I germi ospedalieri in questione sono poco sensibili agli antibiotici e diventa quindi difficile adottare specifici trattamenti terapeutici. Inoltre, occorrono diversi giorni per identificare l’agente patogeno. A Berlino, le autorità sanitarie monitorano periodicamente il numero delle infezioni. Nel 2016 sono stati introdotti alcuni software speciali che riescono a segnalare eventuali infezioni  subito dopo gli interventi. Nonostante le nuove misure protettive, le ispezioni sanitarie continuano a non essere svolte per intervalli di tempo uniformi. Le istituzioni sanitarie tedesche e l’amministrazione del Senato puntano quindi a condurre esami d’igiene regolarmente ogni anno.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto copertina: © DarkoStojanovic, CC0, Medico.

Leave a Reply