Scontro di civiltà per un ascensore: a Berlino il film sulla Roma multietnica

Continua Die anderen Italiener, la rassegna cinematografica organizzata da Mara Martinoli e Andrea D’Addio (direttore di Berlino Magazine) che celebra il cinema italiano realizzato da stranieri Il prossimo film in programma è  Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio di Isotta Toso,  che sarà proiettato domenica 22 maggio al cinema Babylon. Tratto dall’omonimo romanzo di Amara Lakhous, giornalista, antropologo e scrittore algerino con cittadinanza italiana, il film racconta la vita di tutti i giorni di un condominio di piazza Vittorio, in cui gli inquilini convivono e fanno i conti con le loro differenze culturali.

La trama. Dietro la stazione Termini di Roma, un condominio di piazza Vittorio ospita una comunità multietnica. All’ingresso della palazzina c’è Benedetta, portinaia intollerante e indiscreta che trascorre le sue giornate a pulire l’ascensore e a parlare male dei condomini, insieme alla signora Fabiani, che adora il suo cane e disprezza Maria Cristina, domestica ecuadoriana con figlia a carico e amante bengalese. A prendersi cura di Maria Cristina e sua figlia c’è il professor Marini, docente universitario al quale Dandini, gestore di un bar e di appartamenti, ricorda fastidiosamente la sua “milanesità”. All’ultimo piano vivono invece i fratelli Manfredini: Marco, avvocato che ha smesso la toga in seguito al drammatico suicidio in carcere del padre, e Lorenzo, “gladiatore” gagliardo che vive di espedienti e morirà misteriosamente in ascensore. Chi l’ha ucciso? I sospetti ricadono su Amedeo, condomino modello col vizio della filantropia. A difenderlo sarà Nurit, iraniana in cerca di asilo politico.

Lo scrittore Amara Lakhous. Nato ad Algeri nel 1970, Amara Lakhous è uno scrittore, antropologo e giornalista algerino con cittadinanza italiana. Vive e lavora a Roma dal 1995 nel campo dell’immigrazione, svolgendo attività di mediatore culturale, interprete e traduttore. Ha lavorato dal 2003 al 2006 come giornalista professionista all’agenzia di stampa Adnkronos International a Roma. Nel 2006 con il romanzo Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio ha vinto il premio Flaiano e il premio Racalmare – Leonardo Sciascia.

La rassegna Die anderen Italiener. Il programma, organizzato da Mara Martinoli e Andrea D’Addio (direttore di Berlino Magazine), prevede la proiezione di film realizzati in Italia e firmati, alla regia o alla sceneggiatura, da stranieri residenti nel Bel paese per raccontare l’Italia con gli occhi di chi la vive tutti i giorni, pur non essendoci nato. Un punto di vista necessario per comprendere la nostra quotidianità, fatta di flussi migratori continui e scambi culturali, che ci invitano a soffermarci sulla nostra stessa identità.

Scontro di civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio

Regia: Isotta Toso

Cast: Milena Vukotic, Kasia Smutniak, Daniele Liotti, Serra Ylmaz, Isa Danieli, Francesco Pannofino, Ninetto Davoli, Paolo Calabresi.

Audio in italiano con sottotitoli in inglese

Quando: domenica 22 maggio 2016 ore 16.00

Dove: cinema Babylon, Rosa-Luxemburg-Straße 30, 10178 Berlino (fermata metro Rosa-Luxemburg Platz)

A seguire: intervista via Skype allo scrittore Amara Lakhous (autore del libro da cui è tratto il film) e aperitivo

Costo: 9 €

Evento Facebook

HEADER-SCUOLA-DI-TEDESCO

Foto di copertina © Claudio Iannone

Related Posts

  • 46
    Come cambierebbero le storie dei migranti se a raccontarle fossero loro? Nel nuovo appuntamento della rassegna cinematografica Die anderen Italiener, domenica 8 maggio, verrà proiettato il film documentario Benvenuti in Italia, girato a dieci mani da ragazze e ragazzi immigrati in Italia. Un racconto in cinque episodi sulla condizione del migrante…
    Tags: in, film, per, nel, berlino, cinema, vive, italiener, anderen, die
  • 45
    L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade, ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole. Onestà tedesca ovunque cercherai invano, c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina; ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida, e i capi dello stato, pure loro, pensano solo…
    Tags: per, italiener, die, anderen, in, berlino, è, film, cinema
  • 42
    Le giornate di due pescatori, il siciliano Giuseppe e il tunisino Yousef, entrambi sul peschereccio Medea, scorrono uguali, scandite solo dalla radio, unico mezzo di comunicazione che li collega al mondo esterno. È proprio dalla radio che arriva l'annuncio di una serrata ricerca da parte delle forze di polizia di…
    Tags: berlino, è, in, film, cinema, die, anderen, italiener, magazine, civiltà
  • 41
    I rapporti tra Stato e Mafia ai tempi della Prima Repubblica dagli anni '70 ai giorni nostri, il maxi processo di Palermo e i due magistrati che lo hanno reso possibile, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: c'è questo e molto altro in In un altro Paese, il film che domenica…
    Tags: è, in, berlino, film, cinema, magazine, i, die, anderen, italiener
  • 40
    Brutto incidente stamattina a Berlino Lo scontro è avvenuto stamattina intorno a mezzogiorno all'intersezione tra Danzigerstr. e Prenzlauer Allee. I due tram, della linea M10 provenivano da direzioni opposte. Al momento, come riporta Die Welt, ci sarebbero 27 feriti di cui 26 lievi e uno ricoverato in ospedale. La dinamica…
    Tags: berlino, è, in, scontro, per, magazine, die, i

Leave a Reply