Remo Bodei, Massimo Cacciari e tanti altri: a Berlino arriva la settimana della filosofia italiana

Si potrebbe coniare, sulla falsariga dei grandi nomi dell’architettura, un nuovo termine per l’occasione: sofiastars.
Prende il via martedì 7 ottobre alle ore 19, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Hildebrandstraße, il ciclo di lectiones magistrales, la settimana della filosofia italiana tesa a portare in Germania i contributi filosofici di tre celebri pensatori contemporanei: Remo Bodei, Federico Vercellone e Massimo Cacciari. Le giornate che l’IIC dedicherà alla filosofia saranno due, e in tutte e due le occasioni si tratteranno temi estetici, affrontando i probelmi concettuali legati all’arte e al suo rapporto con la società contemporanea.
Martedì 7 Bodei, filosofo di fama internazionale (è stato visiting professor a Cambridge, New York, Ottawa, Città del Messico e attualmente professor in residence alla UCLA di Los Angeles) nato a Cagliari e formatosi a Pisa e successivamente in Germania a Friburgo e Tubinga, discuterà di poesia, intesa come patria sconosciuta, e della sua collocazione nella contemporaneità. Bodei, il cui vasto campo di indagine spazia da Hegel a Adorno, passando per Freud e naturalmente per la via del suo maestro Ernst Bloch, si è concentrato nel corso della sua decennale attività di studioso sui temi più classici dell’estetica: sentimenti e bellezza (nell’arte e in natura, come nei fondamentali Scomposizioni, 1987 e Le forme del bello 1995) principalmente, con qualche incursione nella filosofia politica (Il noi diviso. Ethos e idee dell’Italia repubblicana, 1998) e della percezione (Piramidi di tempo. Storie e teoria del déjà vu, 2006), letta alla luce delle teorie freudiane.

La seconda e ultima giornata propone un doppio intervento: il 10 ottobre alle 19.00 sarà infatti la volta del professor Federico Vercellone (Università di Torino), che con Massimo Cacciari discuterà i temi trattati nel suo ultimo libro Dopo la morte dell´arte-La rinascita dell´Immagine (2013). Vercellone, che nei suoi studi più recenti si è occupato della questione estetica all’interno della scuola ermeneutica (l’insieme di teorie filosofiche che vertono sul concetto di interpretazione) contemporanea, ha condotto i suoi studi principalmente sul Romanticismo tedesco (Nature del tempo. Novalis e la forma poetica del romanticismo tedesco 1998) e sul tema del rapporto tra immagine e conoscenza (Le ragioni della forma, 2011).
Massimo Cacciari probabilmente non avrebbe nemmeno bisogno di presentazioni: già sindaco di Venezia e a lungo attivo nel PCI e tra le file di Potere Operaio, scheggia impazzita nei talk show della televisione italiana odierna, rimane uno dei punti di riferimento per chi si voglia avvicinare o voglia approfondire il pensiero di F. Nietzsche, di cui è tutt’ora uno dei massimi esperti in Italia e in generale per chi voglia saperne di più di nichilismo e della cosiddetta crisi della razionalità moderna (sul tema, solo qualche titolo della ricchissima produzione di Cacciari: Pensiero negativo e razionalizzazione, 1977, L’Angelo necessario, 1992 Della cosa ultima, 2004) .
Due appuntamenti da non mancare, quelli dell’IIC dedicati alla filosofia: una buona occasione per appassionati, studiosi e neofiti.

Dove: Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstraße 2

Quando: 7 e 10 Ottobre a partire dalle 19.00

Foto © Angelo Amboldi CC BY-SA 2.0 

Related Posts

  • 46
    Toni Servillo, Dacia Maraini, Claudio Magris: sono solo alcuni dei nomi eccezionali che l'Istituto Italiano di Cultura di Berlino ha presentato come ospiti del programma del 2017, un programma ricchissimo che spazia tra arte, letteratura, filosofia, cinema, fino ad arrivare alla cucina italiana. Giovedì scorso in Istituto il direttore Luigi Reitani ci ha dato la possibilità…
    Tags: nel, italiana, italiano, per, in, cultura, è, i, non, filosofia
  • 44
    Torna come ogni anno ad ottobre la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, la manifestazione che si prefigge di far conoscere attraverso eventi e letture la lingua e la letteratura italiana all’estero, con particolare attenzione alle nuove tecniche e al mercato dell’editoria, promossa dagli Istituti italiani di cultura nel mondo. Quest'anno…
    Tags: in, italiano, cultura, ottobre, italiana, alle, si, settimana, nel, l
  • 40
    «Berlino è una città estremamente attraente per i giovani, soprattutto per la grande sensazione di libertà che trasmette. Il ruolo dell'Istituto italiano di cultura deve essere sicuramente quello di diventare un punto di riferimento per loro, ma non deve essere lo spunto per una ghettizzazione. Non voglio che si trasformi…
    Tags: per, non, è, in, si, come, cultura, i, italiano, istituto
  • 40
    Torna a Berlino la Primavera della letteratura italiana, la serie di eventi presentati dall'Istituto italiano di cultura che portano a Berlino i più apprezzati scrittori italiani contemporanei. L'edizione di quest'anno sarà la quarta (qui abbiamo scritto di quella passata) e prevede ospiti del calibro di Michele Serra, scrittore e giornalista…
    Tags: in, per, italiano, italiana, cultura, michele, massimo, martedì, più, i
  • 37
    Il cortile dell'Ambasciata italiana di Berlino apre le porte per ospitare una serie di appuntamenti dedicati al cinema italiano nel mese di luglio. D'estate, Berlino si riempie di cinema all'aperto (Freiluftkino) che offrono la possibilità di vedere un bel film in spazi come parchi, terrazze panoramiche e giardini. Quest'estate anche…
    Tags: in, è, si, per, italiano, non, cultura, istituto

Piera Ghisu

Nata alla fine degli anni '70, sono stata una filosofa in radio nella mia citta', Cagliari, fino al mio approdo a Berlino. Nella capitale tedesca da 3 anni, mi occupo di turismo sostenibile per cercare di vedere un futuro per l'Italia. Per Berlino Cacio e Pepe Magazine faccio cose e vedo gente (ovviamente, cit.)

Leave a Reply