Shalom Italia, a Berlino il film su tre ebrei di ritorno in Italia dopo 70 anni di lontananza

Film Shalom Italia

A Berlino la prima tedesca di Shalom Italia, il film di Tamar Tal Anati vincitore dell’Ophir Award 2016

Shalom in italiano si traduce con “pace”. È una parola sacra per gli ebrei, saluto e augurio allo stesso tempo: “Che tu possa trovare la pace”. È questo il proposito che spinge tre anziani fratelli ebrei, protagonisti di Shalom Italia,  a ritornare in Toscana  dopo settant’anni di assenza. Vogliono salutare la terra che li ha salvati dai rastrellamenti fascisti, in un viaggio dentro la memoria che rischia di rivelarsi fuori tempo, là dove la memoria non arriva. Una storia vera, raccontata con le parole di chi l’ha vissuta in prima persona. La regista, sceneggiatrice e produttrice Tamar Tal Anati ha impiegato due anni per realizzare questo film.

Shalom Italia – La trama

Shalom Italia racconta la storia di tre anziani fratelli ebrei che intraprendono un viaggio in Toscana per ritrovare una grotta particolare, quella in cui si erano nascosti da bambini per sfuggire alle persecuzioni naziste. Il filo conduttore dell’opera è la memoria: ciascuno dei tre fratelli ha ricordi diversi di quel periodo. Emmanuel, diventato un cinico professore di antropologia, ricorda con dolore gli anni della grotta, e non perde occasione di manifestare la sua contrarietà all’impresa. Andrea – un medico decisamente energico a dispetto dell’età – afferma di rimpiangere quei tempi, che allo sguardo di un bambino sembravano non tanto pericolosi quanto avventurosi. Ruben, infine, troppo piccolo all’epoca per ricordare alcunché, deve affidarsi ai fratelli. Il processo di ricostruzione di una memoria condivisa procede quindi per contrasti e interruzioni, che testimoniano l’impossibilità di pervenire a una dimensione oggettiva del vissuto. Shalom Italia, infatti, si propone come possibile contraltare del film-documentario alla Lanzmann: se il regista di Shoah voleva raccogliere le prove di un crimine prima che scomparissero, assumendo la postura del testimone, Tamar Tal Anati, quasi un secolo più tardi, realizza un’opera diversa, in cui viene problematizzato il rapporto tra il reale e le sue declinazioni indirette, nelle forme derivate della Memoria e della Storia. E questi temi – lo ascriviamo ai meriti del film – vengono affrontati con un tono che non si irrigidisce in una posa ideologica, ma varia insieme all’umanità che rappresenta, passando così per la tragedia, la quotidianità e persino l’ironia, quest’ultima nella forma di un diffuso e caloroso buonumore che fa da sottofondo ai dialoghi dei protagonisti.

Shalom Italia – L’evento di Berlino

Il Kino Moviemento di Kreuzberg ospiterà la prima tedesca il giorno 6 maggio. Tamar Tal Anati sarà presente in sala e risponderà, dopo la proiezione, alle domande del pubblico. Il costo del biglietto è di 8 euro.

SHALOM ITALIA

di Tamar Tal Anati

Versione originale (ebraico/italiano) con sottotitoli in tedesco

Sabato 6 Maggio, ore 17:00

Kino Moviemento (Kreuzberg)

Kottbusser Damm 22

Biglietti 8 €  acquistabili qui o alla cassa del cinema

In sala sarà presente la regista Tamar Tal Anati

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 Immagine di copertina dal trailer del film.

Related Posts

  • Abbiamo chiesto a redattori e collaboratori di Berlino Cacio e Pepe Magazine le ragioni per cui si potrebbe pensare di lasciare Berlino (e l’estero in generale) per ritornare in Italia. Tutti vivono o hanno vissuto in Germania o a Londra: sono studenti e giovani lavorati, che alla domanda “per quale…

Leave a Reply