Berlino ha un nuovo sindaco: Michael Müller

Michael Müller è il nuovo sindaco di Berlino. L’ex-senatore per lo sviluppo della città e politico della SPD è diventato l’11 dicembre il nuovo sindaco in carica della capitale tedesca.

La coalizione formata dai partiti SPD/CDU aveva informato già da tempo che avrebbe appoggiato la sua candidatura. Il cinquantenne Müller ha ottenuto l’assoluta maggioranza, guadagnandosi 87 voti su un totale di 146. Ben 85 voti sono stati ricevuti dalla Rot-Schwarze Koalition e 2 voti persino dall’opposizione. Nuove figure anche quelle di Matthias Kollatz-Ahnen e Andreas Geisel, rispettivamente nuovi Finanzsenator e Stadtentwicklungssenator.

Auguri per l’insediamento del nuovo sindaco sono arrivati anche da Sigmar Gabriel, leader SPD e Ministro dell’economia e dell’energia nel terzo Governo Merkel. Gabriel si è congratulato per questa elezione che porta avanti l‘orgogliosa tradizione socialdemocratica da Ernst Reuter e Willy Brandt fino a Klaus Wowereit.

Il nuovo sindaco ha riconosciuto l’importanza dei voti, definendoli segno di fiducia ma anche forieri di grosse responsabilità. Insieme al suo “guten Team”, si è detto pronto per quei temi che già come senatore gli stavano a cuore: economia, lavoro, giustizia sociale ed edilizia urbana. Alla cerimonia ha partecipato anche la famiglia del sindaco, compresi i genitori e i due figli. In serata è seguito già il primo appuntamento ufficiale in conferenza a fianco della Cancelliera Merkel.

Per la città è indubbiamente un cambiamento forte che segna la fine di una vera e propria era. Per 13 anni consecutivi, infatti, la carica era stata occupata da Klaus Wowereit o “Wowi”, come l’hanno affettuosamente ribattezzato i berlinesi, nominato sindaco nel lontano 2001. Anni in cui il debito miliardario della capitale era più alto di quello odierno e la città soffriva di livelli maggiori di disoccupazione.

Il cambiamento della Berlino Arm aber Sexy (povera ma sexy), come la si definisce in Germania, in una grande città aperta e moderna sempre meno “Arm” ma sempre più “Sexy” è dovuto sicuramente anche ai passati anni di governo cittadino.

Related Posts

  • Genio e menzogna – o interpretazione, che dir si voglia – accomunano l’arte del cinema e l’oratoria della politica. Roberto Andò trasforma il suo romanzo Il trono vuoto in un’opera cinematografica di riflessione sul potere, dove la politica si fa poetica militante. Il sogno di noi italiani. Toni Servillo è…
  • 24h a Schlesisches Tor di Ilaria Celestini (dal Workshop di Scrittura Creativa “Scrittori Emigranti”, racconto scritto in occasione della Passeggiata Letteraria) A qualsiasi ora del giorno ti fosse capitato di passare per Schlesisches Tor, Detlef era lì. Erano ormai quasi due anni che vivevo nella piccola stanza mansardata sulla Schlesische…
  • Tornano i Cine Aperitivi del cinema Babylon di Mitte. Questa domenica, 23 Novembre 2014, sarà la volta dei “I Cento Passi” di Marco Tullio Giordana. La pellicola, datata 2000 ma intramontabile per bellezza e temi toccati, racconta la storia di Giuseppe Impastato (meglio noto come Peppino), giovane giornalista ed attivista siciliano impegnato…
  • di Michela Cannovale e Luigi Mercuri Il 4.11.2014 si è tenuto un incontro presso la FES - Friedrich Ebert Stiftung (Fondazione del partito SPD) a Berlino in occasione della visita in Germania di Sandro Gozi (sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega agli Affari Europei). All'evento era presente anche il nuovo…
  • Pillole anticoncezionali o preservativi gratis per tutti coloro che, ricevendo sussidi da disoccupazione dallo stato (il programma Hartz IV), ne fanno richiesta. È questa la proposta che la prossima settimana sarà avanzata al consiglio comunale di Düsseldorf dalla portavoce della Die Linke Angelika Kraft-Dlangamandla. "Sia il costo minimo di una confezione di pillole,…

Leave a Reply