Smau Italy Restarts UP: l’innovazione italiana sbarca a Berlino

Startup italiane a Berlino: è iniziato lo Smau Italy Restarts UP in Berlin. L’evento, realizzato da ICE | ITA – Italian Trade Agency e Smau riunisce per tre giorni, il 15, il 16 e il 17 giugno, i principali protagonisti internazionali dell’innovazione all’interno di un programma fitto di incontri tra i due ecosistemi. Il giorno dell’inaugurazione oltre 200 persone, tra startup, investitori e istituzioni presso l’Ambasciata italiana a Berlino, hanno potuto assistere alla presentazione ufficiale dell’evento. Padrone di casa, l’Ambasciatore Pietro Benassi il quale, nel dare il benvenuto ai prestigiosi attori presenti ha ricordato come Berlino sia la capitale delle startup, con 3,4 miliardi di investimenti nel solo 2015. Per questo, ha sottolineato che “la collaborazione tra ecosistema dell’innovazione italiano e tedesco è fondamentale ed è interesse reciproco rafforzare sempre più questa osmosi. Alcune delle caratteristiche che identificano il nostro Paese hanno fatto sì che l’Italia sia riconosciuta a livello internazionale nei settori food, fashion e design, ma la componente industriale, manifatturiera e dell’innovazione rappresenta la spina dorsale e il futuro del nostro Paese. Le nostre esportazioni in Germania sono costituite soprattutto da prodotti ad alto contenuto tecnologico: le startup innovative sono dunque le naturali protagoniste di questa nuova rivoluzione industriale dell’ecosistema europeo.“Tra gli investitori presenti all’evento, Jan Borgstaedt, Partner of JOIN Capital, Fondo di Investimenti con sede a Berlino : “Smau | Italy Restarts UP in Berlin offre opportunità concrete per lo sviluppo dell’ecosistema startup italiano. Conosciamo bene il vostro mercato in quanto già realizziamo investimenti in Italia dal 2009 e collaboriamo con partner quali P101, uno dei principali fondi di Venture Capital italiani. Insieme stiamo lavorando per creale un link l’ecosistema italiano e tedesco aumentando così le opportunità per il nostro portfolio di imprese.”.

Presente anche Roberto Maroni. Il Presidente della Regione Lombardia ha anticipato che: “per Regione Lombardia puntare sui cluster tecnologici significa scommettere sul futuro. Proprio per questo motivo a Milano nell’area occupata da Expo saranno realizzate attività volte allo sviluppo dell’innovazione in campo medico e scientifico ospitando importanti istituti di ricerca e poli tecnologici in cui verranno realizzate partnership tra pubblico e privato, fiore all’occhiello dell’attività della Regione. La ricerca diventa qualcosa di utile se si tramuta in applicazioni tangibili e l’obiettivo di Regione Lombardia è quello di creare le condizioni affinché tale trend si concretizzi. In questa direzione va anche la partecipazione di Regione Lombardia a Berlino, proprio per rafforzare i rapporti strategici con la Germania.” Per Valeria Fascione, Assessore alle Startup, all’Internazionalizzazione e all’innovazione di Regione Campania: “Per la mia regione è importante essere qui insieme ad altre Regioni e al sistema confindustriale per supportare l’ecosistema delle startup. Tali realtà hanno un compito fondamentale nel dinamicizzare il sistema produttivo del territorio. In Campania crediamo molto in questo ruolo e le nostre attività hanno proprio l’obiettivo di creare le condizioni migliori per lo sviluppo delle imprese innovative nostrane e di favorire l’attrazione di investimenti internazionali. La partecipazione a questa iniziativa va proprio nella direzione di sostenere la delegazione di startup presenti nella realizzazione di incontri con partner internazionali. E’ essenziale che ciò avvenga secondo una logica di continuità proprio nell’ottica di creare rapporti duraturi nel tempo e relazioni bilaterali solide.” Secondo Marco Gay, Presidente Giovani Imprenditori Confindustria: “il talento e la creatività delle nostre startup di offrire prodotti e servizi a disposizione dell’industria è fondamentale. Tale dinamica deve assumere forme esponenziali e non può fermarsi entro i confini nazionali per non limitare le potenzialità e le capacità delle nostre imprese. Per questo è importante un appuntamento creato da ICE | ITA e Smau che mette a disposizione una piattaforma internazionale alle giovani imprese. Le startup non vanno considerate come un fenomeno fine a sé stesso, ma oggi in Italia questo ecosistema, rappresentato da oltre 5.500 realtà, occupa più 23.000 addetti, ovvero il futuro della nostra economia.”

Le parole di Fabio Casciotti, Direttore di ICE | ITA Berlino. “L’ecosistema italiano di startup innovative è in piena fioritura e oggi è pronto per l’espansione sul mercato. Questo evento che abbiamo co-organizzato con Smau a Berlino ne è la prova. L’Italian Trade Agency è consapevole di come la cooperazione globale in ambito business richieda strumenti nuovi ed adeguati. Il passo naturale di questo processo è stata la realizzazione di questo evento che ha visto un’unione di forze al fine di offrire un nuovo paternariato pubblico-privato a sostegno delle nostre startup in Germania. L’interazione crescente tra le principali economie digitali, come Germania e Italia, richiede il supporto di attori governativi specializzati nei processi di internazionalizzazione. ICE | ITA offre gli strumenti giusti e il know how per collegare l‘ecosistema globale di startup, investitori e attori pubblici.“

Il commento di Pierantonio Macola, Presidente di Smau: “Con questo evento vogliamo mettere in contatto investitori, imprenditori e manager tedeschi con le eccellenze innovative italiane non solo nei settori nei quali l’Italia è conosciuta in tutto il mondo, come agroalimentare, moda e design, ma anche il manifatturiero, che ci vede leader mondiali.“

Smau | Italy Restarts UP in Berlin vede la partecipazione dei principali protagonisti dell’innovazione tra cui Allianz Digital Accelerator, Axel Springer Plug and Play, Bwcon, BRLO Craft Beer, Deutsche Bank, Digital Magics, European Innovation HUB, Future Food Institute, H-Farm, Join Capital, Invitalia Ventures SGR, Lufthansa Innovation Hub GmbH, Metro Accelerator, P101, Polihub, Redstone Digital, Startupbootcamp, Unicredit e molti altri. Venerdì 17 giugno, il programma continua con un tour degli incubatori e acceleratori appartenenti all’ecosistema berlinese dell’innovazione: Axel Springer Plug and Play, GTEC – German Tech Entrepreneurship Center, Microsoft, Techstars, Metro Accelerator, Startupbootcamp, etventure. Anche fuori dai giorni Smau a Berlino, l’ITA, sia attraverso il suo ufficio di Berlino che attraverso il suo sito Investinitaly  è sempre disponibile a fornire supporto alle aziende italiane e attivo nel creare un ponte di business fra Italia e Germania oltre ad attrarre investimenti. Il vento dell’innovazione a Berlino profuma d’Italia

banner3okok

Related Posts

  • 10000
    Lavorate o avete lavorato anche voi in una start-up a Berlino? Se la vostra risposta è affermativa, senza dubbio vi riconoscete in almeno un paio di questi punti! Se invece per voi le startup sono un mondo totalmente sconosciuto, ecco una finestra su un fenomeno con cui berlinesi di vecchia…
  • 10000
    Lavoro a Berlino. Noicompriamoauto.it, portale italiano della holding tedesca WKDA GmbH mette in palio, tramite concorso, 3 tirocini estivi nel settore marketing. Occorre avere meno di 26 anni, essere studenti universitari e conoscere l'inglese almeno a livello B2. Tutte le informazioni su requisiti, regolamento e candidature sono disponibili sulla pagina…
  • 10000
    Startup, una della parole più abusate degli ultimi anni. Utilizzata praticamente per definire qualsiasi cosa stia cominciando, che si tratti di una società o della partita scapoli contro ammogliati non fa differenza. Parole come azienda o impresa sono accomunate oramai all'idea di qualcosa di vecchio e superato. Dire che lavorate in…
  • 10000
    Ogni venti minuti nasce a Berlino una nuova startup. A sostenerlo è uno studio dell'agenzia svizzera di consulenza aziendale Gründen,  Il dato conferma la città come meta internazionale per chi vuole trasformarsi in imprenditore. È così già da alcuni anni, di Berlino capitale delle startup si parla ormai da parecchio. Burocrazia semplice, bassi…
  • 10000
    Flat hierarchies, frutta fresca, caffè e bevande energetiche, non è la lista della spesa per una festa nerd a base di World of Warcraft, si tratta del classico contenuto degli annunci di lavoro delle start up. Se vivi a Berlino e non sei tedesco c’è una altissima possibilità che tu…

Luigi Mercuri

La prima volta a Berlino nel 2003 per un corso estivo di lingua, poi nel 2006 come studente Erasmus e nel 2012 si stabilisce definitivamente nella capitale tedesca. Dal 2014 si occupa di internazionalizzazione, analisi economica e promozione (settori industria e high-tech) per l´Italian Trade Agency (ICE) - LinkedIn: http://tinyurl.com/ncqbnt6

Leave a Reply