Sta per piovere, lo ius soli in Italia visto da Berlino

Arriva a Berlino “Sta per piovere”, il film del regista fiorentino Haider Rashid che narra le vicende di Said, giovane italiano nato da genitori algerini.

Il film, già uscito nelle sale italiane nel maggio 2013, affronta la spinosa questione dello “ius soli”, ovvero il rivendicato diritto da parte di chiunque sia nato in Italia da genitori stranieri di ottenere la cittadinanza del paese ospitante. Ed è proprio contro questa amara realtà tutta italiana che Said si dovrà scontrare. Il padre, in seguito al suicidio del proprio datore di lavoro, resta disoccupato e non potendo più rinnovare il permesso di soggiorno la famiglia sarà costretta a lasciare l’Italia. Ma Said non ha mai visto, né tantomeno vissuto in Algeria: la sua vita, il suo lavoro e i suoi affetti sono sempre stati a Firenze. Dopo mille peripezie, richieste e scartoffie, Said si troverà di fronte a una situazione difficile, il momento più decisivo della sua intera esistenza.

Quarto lavoro di Haider, la pellicola esplora tematiche molto intime e per tanti versi autobiografiche. Il regista, nato a Firenze da padre iracheno e mamma italiana, ha vissuto sulla propria pelle la difficoltà nell’ottenere i documenti necessari per la cittadinanza: un limbo dove gravitano centinaia di migliaia di figli di immigrati nati in Italia, che parlano italiano e che si sono perfettamente integrati nella trama sociale del paese. Una condizione inumana, dove si mettono in discussione le proprie origini, la propria identità e soprattutto il proprio futuro.

“Sta per piovere” rientra nella rassegna “Oltremare” della libreria italo-lusitana Mondolibro e sarà proiettato domenica 27 Aprile alle 16.00 presso il cinema Babylon, in Rosa Luxemburg Strasse 30; al termine dello spettacolo il regista interverrà per uno scambio di idee con il pubblico e per affrontare le tematiche del film.

Evento Facebook 

Carlo Bonechi

Giornalista per passione, mi occupo di comunicazione, marketing e altre cose noiose.

Leave a Reply