Stille Nacht, la storia della leggendaria canzone natalizia che ha ispirato anche Thom Yorke e Simon & Garfunkel

Pixabay cc0 https://pixabay.com/it/carta-da-parati-inverno-notte-1106135/ Stille Nacht Astro

Dall’Austria al resto del mondo: Stille Nacht è una delle canzoni simbolo del Natale

Ogni anno, durante le feste, per molti è consuetudine intonare Astro del Ciel che, insieme a Jingle Bells, è uno dei canti più diffusi a Natale. Pochi però conoscono la sua storia e il suo titolo originale Stille Nacht (Notte silenziosa) e che, secondo la storia ufficiale, fu intonata per la prima volta alla vigilia di Natale del 1818 nella chiesa di San Nicola a Oberndorf, cittadina austriaca vicino a Salisburgo. Da quel giorno, gradualmente, prima conquistando i paesi di tedescofoni e poi il resto del mondo, tanto da essere stato  tradotto in più di 300 lingue tra cui italiano (Astro del Ciel) e inglese (Silent Night). Stille Nacht, nel 2011, venne anche inserito nell’elenco austriaco del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

La storia del celebre canto dimostra che non è stato scritto per essere un semplice canto natalizio

Le parole di Stille Nacht furono scritte dal sacerdote Joseph Mohr originario di Salisburgo che, all’epoca, lavorava presso la parrocchia di Mariapfarr. Il testo che scrisse il prelato voleva essere soprattutto un messaggio di speranza e conforto verso la popolazione austriaca che stava attraversando un periodo di forte crisi: erano gli anni delle guerre napoleoniche che avevano distrutto e saccheggiato parte del territorio austriaco. Oltre alle devastazioni provocate dalla guerra, la popolazione austriaca fu ulteriormente messa in ginocchio da una drammatica crisi dei raccolti, fame e miseria avevano gettato in uno stato di disperazione il popolo. A Natale del 1816, Mohr, durante la sua omelia, lesse i versi che aveva scritto per tentare di consolare e infondere speranza tra i suoi concittadini. Due anni più tardi incontrò Franz Xaver Gruber, organista della chiesa di Obendorf, che musicò il testo; i due lo intonarono per la prima volta durante la vigilia di Natale del 1818. Lo spartito venne raccolto da Carl Mauraucher che lo portò con sé in Tirolo dove divenne da subito molto popolare. Da lì molti commercianti si muovevano in tutta Europa e con loro portavano, oltre ai prodotti da vendere, anche le note del canto che cominciò così a diffondersi in tutto il Vecchio Continente.

Partitura originale di Stille Nacht di Franz Xaber Gruber, 1818 ©Pubblico dominiohttps://it.wikipedia.org/wiki/Stille_Nacht,_heilige_Nacht#/media/File:Stille_nacht.jpg
Partitura originale di Stille Nacht di Franz Xaber Gruber, 1818 ©Pubblico dominio

Un canto di speranza che venne intonato in drammatiche situazioni storiche

L’importanza del messaggio di pace e speranza rappresentato da Stille Nacht è testimoniato dal fatto che il canto sia  stato intonato anche dai soldati che combattevano nella I Guerra Mondiale. Durante la vigilia di Natale del 1914, i soldati di entrambi gli schieramenti che combattevano nelle trincee delle Fiandre, deposero le armi. Nell’aria non si udivano più i colpi dei proiettili o le deflagrazioni delle bombe, ma le voci dei combattenti che intonarono Stille Nacht. Leopold Kohr, economista e filosofo originario di Obendorf ma emigrato negli Stati Uniti, durante il periodo del Terzo Reich ogni Natale pubblicava sui giornali per cui scriveva il testo di Stille Nacht, contro la violenza della Germania nazista e per la liberazione dell’Austria. Nel 1941, nel giardino della Casa Bianca, Roosevelt e Churchill, insieme a un’immensa folla, cantarono la versione inglese del canto, Silent Night. Kohr, testimone dell’evento ricorda che «forse io ero l’unico ad avere le lacrime agli occhi. Ma allora pensai che un giorno, quando la libertà e la pace sarebbero tornati a regnare sul mondo, e l’Austria sarebbe tornata indipendente, io avrei potuto raccontare a casa di aver visto il presidente e il primo ministro cantare Silent Night».

Le cover di Stille Nacht

La canzone ha avuto centinaia di reinterpretazioni da parte dei più famosi musicisti della storia della musica. La versione italiana, Astro del Ciel, non è una semplice traduzione letterale dal testo tedesco, ma è stata scritta dal religioso Angelo Meli nel 1937. Il celebre cantante americano Bing Crosby la incise nel 1945. Il Re del Rock’n’Roll, Elvis Presley, la inserì nel suo album di cover natalizie Elvis Christmas Album pubblicato nel 1957. Nel 1966 Simon & Garfunkel riproposero Silent Night nella veste di canto di pace contro tutte le guerre e la violenza. In 7 O’clock news/Silent Night i musicisti statunitensi intonarono il delicato canto sopra la registrazione di un notiziario che riportava alcuni fatti di sangue avvenuti durante l’estate del 1966 come l’omicidio di 8 studenti che si opponevano alla guerra del Vietnam. Non poteva mancare una versione di Frank Sinatra che è stata inserita in una raccolta del 2004, Frank Sinatra Christmas Collection. Una stupenda versione pianoforte e voce è stata incisa da Aretha Franklin nel 2008 per l’album This Christmas. Anche quest’anno non potevano mancare le cover di questa canzone. Eric Clapton l’ha riproposta nel suo album di canzoni natalizie Happy Xmas, uscito nell’ottobre 2018. Thom Yorke, storico frontman dei Radiohead, in un concerto del 22 dicembre 2018 a Las Vegas, ha proposto un geniale e originale mash up tra Silent Night e Reckoner, scelta non casuale, dato che quest’ultima, all’epoca della su uscita nel 2008, era stata dedicata da Yorke «a tutti gli esseri umani». Proprio come Stille Nacht.

Stille Nacht!

Stille Nacht! Heilige Nacht!
Alles schläft. Eynsam wacht
Nur das traute heilige Paar.
Holder Knab’ im lockigten Haar,
‘Schlafe in himmlischer Ruh!’
Stille Nacht! Heilige Nacht!
Gottes Sohn! O! wie lacht
Lieb’ aus deinem göttlichen Mund,
Da uns schlägt die rettende Stund’.
‘Jesus! in deiner Geburt!’
Stille Nacht! Heilige Nacht!
Die der Welt Heil gebracht,
Aus des Himmels goldenen Höh’n
Uns der Gnaden Fülle läßt seh’n
‘Jesum in Menschengestalt!’
Stille Nacht! Heilige Nacht!
Wo sich heut alle Macht
Väterlicher Liebe ergoß
Und als Bruder huldvoll umschloß
‘Jesus die Völker der Welt!’
Stille Nacht! Heilige Nacht!
Lange schon uns bedacht,
Als der Herr vom Grimme befreyt,
In der Väter urgrauer Zeit
‘Aller Welt Schonung verhieß!’
Stille Nacht! Heilige Nacht!
Hirten erst kundgemacht
Durch der Engel Halleluja,
Tönt es laut bey Ferne und Nah:
‘Jesus der Retter ist da!’

Astro del ciel,
pargol divin,
mite Agnello redentor,
tu che i vati da lungi sognar,
tu che angeliche voci annunziar
luce dona alle menti,
pace infondi nei cuor.

Astro del ciel

Astro del ciel,
pargol divin,
mite agnello redentor,
tu disceso a scontare l’error,
tu sol nato a parlare d’amor,
luce dona alle menti,
pace infondi nei cuor.

Astro del ciel,
pargol divin,
mite agnello redentor,
tu di stirpe regale decor
tu virgineo, mistico fior,
luce dona alle menti,
pace infondi nei cuor.
Leggi anche 15 foto di Berlino in questi (caldi) giorni di Natale

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Photo Cover: © Pixabay cc0

Leave a Reply