Strage di Nizza, ora è ufficiale: le tre giovani berlinesi sono morte

Quello che era solo un angoscioso presagio è diventato ora una tragica certezza: le tre berlinesi in gita a Nizza dichiarate scomparse dopo l’attacco sulla Promenade des Anglais dello scorso 14 luglio sono morte. Si tratta di due studentesse e di una professoressa della Paula-Fürst-Gesamtschule, istituto di Berlino in zona Charlottenburg. Lo ha annunciato stamattina la scuola sulla sua pagina internet dopo essersi consultata con il Ministero degli Esteri tedesco. Anche il Ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier ha confermato il decesso delle tre donne.

Le vittime. Silan A., 19 anni, e Selma A., 18, frequentavano l’ultimo anno di scuola. L’insegnante, Saskia S., aveva 29 anni ed era originaria della Sassonia. In totale 28 studenti e due professoresse della Paula-Fürst-Gesamtschule avevano preso parte alla gita scolastica. «Ci riesce difficile esprimere il nostro cordoglio. I nostri pensieri sono con le famiglie e gli amici delle vittime», scrive la scuola sulla pagina web. Come riportato dalla Berliner Zeitung, i parenti più stretti sono intanto tornati a Nizza per essere informati più dettagliatamente sulla dinamica dei fatti. Sono seguiti costantemente da un team di psicologi e dai funzionari del Noah, l’ente governativo che assiste i cittadini tedeschi coinvolti all’estero in attentati, incidenti o altri eventi traumatici.

Related Posts

  • Berlino ricorda le vittime dell'attentato di Nizza con una messa ecumenica celebrata al Duomo. «Dopo i terribili eventi di giovedì scorso dobbiamo dare spazio all'elaborazione del lutto, al dolore, alla memoria» ha dichiarato il sindaco della capitale Michael Müller. La funzione religiosa, che si è tenuta oggi a partire dalle 13, è stata…
  • A Berlino nuova operazione delle forze anti-terrorismo, che oggi hanno arrestato un medico 33enne. Come comunicato in mattinata dal Landeskriminalamt (Ufficio federale di investigazione criminale) del Baden-Württemberg, si sospetta che l'uomo, originario di Mannheim, stesse collaborando alla preparazione di un grave attentato. I reparti speciali, come specificato dal Berliner Morgenpost, hanno perquisito…
  • Quando il nome di una città rimbalza di bocca in bocca a livello globale e viene descritta come “la più attraente del momento”, “cool” o semplicemente “viva”, è segno che il miglior momento di quella città è probabilmente già passato come scrive un editoriale del The Economist. Successe a Londra alla…
  • Una scuola giovane, ma che, inaugurata a ottobre 2015, è già stata scelta da più di settecento studenti, insegnanti con esperienza certificata (leggete le recensioni qui), classi di massimo 15 studenti, una sede al piano terra di un classico Altbau berlinese posto nel bel quartiere di Friedrichshain, a 5 minuti a piedi…
  • Berlino, Mitte 1991. Quello che un tempo, come il suo stesso nome suggerisce, era stato il centro di Berlino comincia ad essere abbandonato dai cittadini dell'est che vi avevano abitato durante gli anni del muro. Le case ad ovest hanno più comfort, meglio trasferirsi. Si liberano così abitazioni, locali, spazi mai…

Leave a Reply