Swabian Jura, le caverne tedesche diventate nuovo patrimonio dell’UNESCO

unesco

Siti archeologici di incredibile valore storico sono entrati a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Si tratta di sei caverne appartenenti alla Swabian Jura, una catena montuosa situata nello stato del Baden-Württemberg, in Germania meridionale. E’ proprio nelle profondità di questa formazione rocciosa che sono stati rinvenuti alcuni dei più antichi artefatti umani di cui si abbia conoscenza. La scoperta di questi reperti – 43.000 e i 33.000 anni fa, tra l’ultima Era Glaciale e il Paleolitico Superiore – ha cambiato la storia delle arti figurative e della musica.

Come riporta il sito dell’UNESCO, nella Swabian Jura sono state trovate le tracce di uno dei primi insediamenti umani in Europa. Gli scavi sono iniziati negli anni ’60 del XIX secolo. Tra gli oggetti rinvenuti si annoverano statuette di uomini, animali (leoni delle caverne, mammoth, cavalli, bovini), gioielli e oggetti di culto.

La Venere di Hohle Fels

Il pezzo più famoso è certamente la Venere di Hohle Fels (o di Schelklingen), una statuetta alta sei centimetri ricavata dalla zanna di un mammooth. Rappresenta una donna pingue, simbolo di fertilità. Si tratta del più antico artefatto conosciuto raffigurante un essere umano.

unesco
La venere di Hohle Fels; © Thilo Parg, CC BY 3.0

I flauti della caverna di Geißenklösterle

Oltre alla Venere di Hohle Fels sono state trovati nell’area altri 50 artefatti. I flauti della caverna di Geißenklösterle, gli strumenti musicali più antichi del mondo, sono tra questi. I tre piccoli cilindri sono stati anch’essi incisi nell’avorio di un mammooth, e risalgono a 40.000 anni fa.

unesco
© Thilo Parg, CC BY-SA 3.0

L’Uomo-Leone di Hohlenstein Stadel

Il Löwenmensch è una statuetta di avorio di mammooth che mescola tratti umani e animali: il corpo è di uomo, la testa di leone. Alta circa 30 centimetri, è stata ricostruita quasi interamente a partire da 300 frammenti sparsi rinvenuti nell’area di Hohlenstein. Datata tra i 40.000 e i 35.000 anni fa, è senza dubbio la scultura più antica del mondo. L’archeologo Nicholas Conard ha avanzato per questo artefatto l’ipotesi di una funzione cultuale e simbolica, la prima registrata nella storia dell’umanità.

unesco
© Dagmar Hollman, CC BY-SA 3.0

UNESCO in Germania

Le caverne della Swabian Jura non sono l’unico sito designato dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Nel territorio della Repubblica Federale, infatti, se ne trovano ben 42. A breve pubblicheremo un nuovo articolo con la lista completa.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Thilo Parg, CC BY-SA 3.0

Related Posts

  • 33
    La Speicherstadt di Amburgo, la cattedrale di Naumburg, e l'antica città di Hedeby nello Schleswig-Holstein sono i tre siti che la Germania ha candidato per le prossime nomine UNESCO. Si tratta di tre luoghi caratteristici del patrimonio tedesco, che si vorrebbe far riconoscere a livello internazionale. Nelle nomination di quest'anno, la Germania…
    Tags: dei, per, più, delle, si, è, germania, i, in, nel
  • 30
    Volete vincere un viaggio a Berlino? La Deutsche Welle ha lanciato un concorso fotografico che mette in palio un soggiorno nella capitale tedesca. Per vincerlo prima di tutto bisogna aver realizzato uno scatto ad uno dei patrimoni dell'Unesco nel mondo (qui la lista). "Vivi vicino ad patrimonio dell'umanità riconosciuto dell'Unesco o ne…
    Tags: in, berlino, per, dell'unesco, patrimonio, dei, proprio, i, cc, sito
  • 30
    Domenica 5 luglio si è tenuta a Bonn la consultazione per l'allargamento della celebre lista dei siti riconosciuti dall'UNESCO. Come abbiamo scritto qui, i luoghi della Germania in gara per il riconoscimento erano la Naumburger Dom, l'antica città di Hedeby nello Schleswig-Holstein e la Speicherstadt di Amburgo. Per quanto riguarda il…
    Tags: in, per, unesco, è, si, i, nel, germania, territorio, non

Leave a Reply