Tecnologia e arte si incontrano a Berlino grazie al Retune Festival

Il Retune Festival trasforma una scuola del passato in un laboratorio del futuro: pronti per scoprire cosa accadrà nell’avvenire? Più che un festival, il Retune è definibile come un laboratorio sperimentale per comprendere come l’arte, le scienze e i singoli individui conviveranno con la tecnologia e il suo avanzamento. Le tre giornate sono ricche di esperimenti, dibattiti e workshop e tutte le attività vivono in ambienti adatti allo scambio diretto e alla collaborazione.

13645285_1132905480101784_2053931114247635077_n

Sono più di sessanta g li ospiti (tra cui artisti, scienziati, ricercatori), quattro invece i diversi temi:

#Immortal Narratives: Oggi gli storytellers hanno la possibilità di immergere il loro pubblico nella realtà virtuale, come mai è accaduto prima: al Festival scopriremo le opportunità e i pericoli di questo nuovo tipo di esperienza.

#Neuronal Creation: L’intelligenza artificiale sta lentamente cambiando le nostre interazioni quotidiane con i computer. Quali sono però le implicazioni che questo avrà sulla cultura e sulla società?

#Networked transplantation: Protesi intelligenti sostituiranno gli arti, nuovi sensi aumenteranno le nostre percezioni del mondo.. Artisti e pionieri iniziano a esplorare questi nuovi modi di vivere con la tecnologia.

#Creative production: Che uso della tecnologia fanno gli artisti? Esploreremo il modo in cui i creativi arrivano alla produzione seriale di un prodotto partendo dal suo prototipo.

Non solo discussioni, ma anche workshop pratici: potrete costruire un robot o vedere dal vivo gli arti stampati in 3D! Affrettatevi a scegliere le attività che più vi interessano!

Retune Festival

Dove: Glogauer Str. 16, 22, 19 – 10999 Berlino

Quando: Dal 6 al 8 ottobre 2016

Biglietti: Intero 149 € / Professionale 219 €. Potete trovarli sul sito ufficiale Retune Festival

Banner Scuola Schule

Photo © Thomas Schlorke CC BY-SA 2.0

Ilaria Porru

Classe 1993, sarda. E’ laureata in Lingue e Comunicazioni presso l’Università degli Studi di Cagliari. Viaggiatrice per natura, durante il suo corso di studi ha incontrato la Turchia, Paese che le ruba il cuore e da cui non riesce più a separarsi.

Leave a Reply