Tirocinio a Berlino: l’asilo “Folli Folletti” cerca un madrelingua italiano

L’asilo Folli Folletti cerca tirocinanti di madrelingua italiana  per un periodo minimo di tre mesi. È richiesta una conoscenza base della lingua tedesca. Il tirocinio, aperto a studenti di materie pedagogiche, può essere inserito come Praktikum nel percorso curriculare da coloro che devono sostenere uno stage universitario obbligatorio o rientrano tra i vincitori di una borsa di studio nei progetti Erasmus. Non è prevista una retribuzione economica ma la struttura si prende l’onere di finanziare il pranzo e di sostenere i costi dei biglietti BVG per eventuali spostamenti con i bambini.

Il lavoro e i requisiti. L’offerta può essere uno stimolo a intraprendere un percorso formativo con bambini tra 1 e 6 anni, e può essere interessante per un candidato che sia studente o neolaureato in Scienze della Formazione Primaria in Italia, oppure che stia svolgendo la Erzieherausbildung in Germania. L’orario previsto è di 6 ore al giorno (possibilità di orario 9-15 o 11-17) per un totale di 30 ore settimanali. Una giornata di prova è prevista prima dell’inizio dello stage. L’occasione è sicuramente un incentivo per fare un’esperienza in una struttura bilingue, conoscere dall’interno i meccanismi di un asilo tedesco, capire quali sono le integrazioni possibili per diventare educatore in Germania (per il riconoscimento ci vogliono dai 3 ai 6 mesi) e ampliare il CV attraverso un certificato finale che verrà rilasciato dall’istituto.

Come candidarsi. L’asilo, gestito da un’associazione onlus di genitori, ospita circa 20 bambini e si trova in Cantianstraße 15, 10437 Berlino. Le candidature devono essere inviate al seguente indirizzo e-mail: bewerbung@folli-folletti.de

Foto in copertina © Evgeniy Isaev

banner3okok (1)

Related Posts

Alessandra Giacopini

Viaggiatrice, sognatrice, curiosa, testarda, vagabonda. Laureata in Economia e gestione dell'arte e delle attività culturali a Venezia, ho vissuto qua e là tra Italia e mondo. Amante di tutto ciò che è cultura e creatività, "faccio sempre ciò che non so fare per imparare come va fatto" (Vincent Van Gogh).

Leave a Reply