Ufficiale: il Tresor ospiterà il primo Museo della techno di Berlino

Il primo Museo della techno di Berlino avrà vita dentro al complesso del Kraftwerk, l’ex centrale elettrica di Mitte che già ospita il Tresor. A confermarlo è Dimitri Hegemann, fondatore del celebre club underground. Le prime indiscrezioni uscirono, grazie allo stesso Hegemann, già lo scorso anno. La conferma arriva invece nell’estate 2016.

Il museo. Il concetto alla base del tutto è quello di creare dei «Living Archives of Techno», degli archivi viventi della techno, con un’equa distribuzione di materiale ed esperienze didattiche e sensoriali. Continua Hegemann: «Mi immagino un posto dove i visitatori possano entrare e subito tutto diventi buio, la macchina del fumo faccia il suo dovere e, in lontananza, appaia un dj, il bancone di un bar emerga dal basso, i bassi comincino a suonare e il party inizi. Un museo dei sensi per chi non va normalmente nei club». Il Museo della techno che prenderà vita al Tresor non sarà l’unico in Germania. Difficilmente la data della sua inaugurazione, non ancora fissata, precederà l’autunno 2017, ovvero il mese di apertura del Momen, il Museo of Modern Electronic Music di Francoforte (di cui avevamo scritto qui).

Il Tresor. È uno dei più celebri club al mondo per la musica techno. Aperto inizialmente nel 1991, ha cambiato diverse location prima dell’attuale su Köpenicker Strasse. Il suo nome, in tedesco, significa cassaforte e deriva dal fatto che nella cantina in cui aprì vennero ritrovate varie casseforti (vuote) senza proprietario. A seguire, il video del club dall’esterno nel 1996 quando si trovava ancora su Leipziger Strasse, pezzo di una storia che, ci auguriamo e crediamo, troverà ampio spazio nel museo che sarà.

banner3okok (1)

Leave a Reply