Un grande Paese ha vietato le stoviglie di plastica e non è la Germania

In Francia è legge: stop a uso e produzione di piatti, bicchieri e posate di plastica. Le stoviglie “usa e getta” dovranno essere costituite da materiali biodegradabili.

Per cercare di limitare i danni ambientali il Parlamento francese ha approvato una legge che vieta la produzione di stoviglie di plastica: dal 2020 la Francia sarà il primo Paese al mondo a dire addio a piatti, bicchieri e posate di plastica. Le stoviglie monouso dovranno essere costituite per almeno il 50% da materiali biodegradabili, percentuale che entro il 2025 salirà al 60%.

La discussa legge francese per la transizione energetica

Voluta dal partito ecologista, la misura fa parte dell’ambiziosa legge per la transizione energetica che ha suscitato non poche critiche. Come riporta La Repubblica, la Ministra dell’ambiente Ségolène Royal ha definito l’idea “anti-sociale” e ha commentato: «Le stoviglie di plastica sono spesso utilizzate dalle famiglie più povere e sono anche utili nelle occasioni di socialità». Anche i produttori di stoviglie di plastica hanno fortemente criticato la nuova legge, mettendo in dubbio il suo contributo alla risoluzione del problema ambientale. «Non risolverà l’inquinamento ambientale e questa misura potrà influenzare anche altri governi» ha affermato Eamonn Bates, rappresentante di Pack2Go, confederazione europea  dei produttori. Secondo l’associazione molti materiali biodegradabili non si possono inoltre usare per bevande e pasti caldi e in più molti consumatori potrebbero ingiustamente sentirsi legittimati ad abbandonarli per strada dopo l’uso.

Italia e Francia a confronto

Già dalla scorsa estate la Francia ha bandito i sacchetti di plastica nei supermercati: i francesi ormai per la spesa possono utilizzare solamente buste di carta o di stoffa. La Francia produce ogni anno circa 4,73 miliardi di stoviglie di plastica e solo l’1% viene riciclato. Per questo motivo ha deciso di prendere provvedimenti e di dare il buon esempio a Paesi in cui il problema viene sottovalutato, come l’Italia. Il nostro Paese è infatti uno dei principali produttori europei di stoviglie monouso in plastica: ogni anno ne vengono vendute circa 115.000 tonnellate.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: White Plastic Forks on a Black Background © Marco Verch CC BY 2.0

One Response to “Un grande Paese ha vietato le stoviglie di plastica e non è la Germania”

  1. Barbara

    In Germania e Austria sono già introvabili! Sono rimasta senza in campeggio e ho dovuto lavare quelli usa e getta portati dall’Italia!

    Rispondi

Leave a Reply