«Via il nome di Karl Marx da tutte le strade tedesche»: la proposta del politico CDU scuote la Germania

Uno spettro si aggira per la Germania: questa volta non si tratta del terrorismo o dell’immigrazione, ma della memoria di Karl Marx al quale, nell’ex Germania orientale, sono stati dedicati in totale ben 550 nomi di strade, viali e piazze. Niente di nuovo, se non che un membro della CDU, l’Unione cristiano-democratica della Merkel, ha ora proposto di eliminare dalle strade tedesche il nome del celebre filosofo di Treviri, padre del socialismo scientifico.

La proposta. Secondo il Consiglio Economico della CDU è ora che il Paese dimentichi i simboli della Guerra Fredda, soprattutto dal momento che è passato più di un quarto di secolo dal fallimento politico della DDR: è quanto sostiene il segretario generale del consiglio economico di partito Wolfgang Steiger. Quest’ultimo ha dichiarato inoltre di non comprendere il motivo per cui siano così numerose le strade dedicate a un personaggio così politicamente orientato ribadendo che Marx ed Engels, con la loro ideologia, non hanno portato niente di buono per il paese. Steiger ha consigliato, piuttosto, di dedicare sempre più strade ad altri personaggi che hanno favorito un reale miglioramento economico della nazione nel dopoguerra, come ad esempio al cancelliere (e membro della CDU) Ludwig Erhard, il quale negli anni sessanta è stato considerato uno dei padri del cosiddetto “miracolo economico” tedesco.

Karl-Marx-Allee_Frankfurter_Tor_Turm_Schild
Photo © Wikipedia – Nicor

Le reazioni. A seguito di quest’affermazione Katrin Lompscher, rappresentante della formazione di sinistra Die Linke, ha replicato sostenendo che non è possibile accogliere seriamente una tale richiesta e che la maggior parte della popolazione tedesca non sarebbe comunque d’accordo, soprattutto perché Karl Marx, al di là dell’ideologia politica e delle successive strumentalizzazioni, è e rimarrà sempre uno dei filosofi più importanti di Germania nonché un pensatore capace di influenzare l’intera storia dell’umanità con la sua analisi dei modi di produzione e delle formazioni sociali.

Related Posts

  • 54
    La Germania aumenta del 50% il previsto programma di investimenti fino a 15 miliardi di euro. Punta soprattutto alle amministrazioni comunali. È questo ciò che emerge da quanto dichiarato martedì scorso, 3 marzo 2015, dal Governo Federale. Si è deciso di incrementare il programma di investimenti già annunciato, pari a 10 miliardi…
    Tags: per, delle, è, si, strade, nel, dal, germania, ed, politica
  • 48
    Articolo precedentemente pubblicato su Wired.it Dal primo gennaio 2015 la Germania ha introdotto il salario minimo orario di 8,50 € per tutti i lavoratori. La sua approvazione era alla base dell’accordo di governo tra il centrodestra di Angela Merkel ed i socialdemocratici, promotori di un provvedimento analogo a quello in…
    Tags: i, è, non, per, in, più, si, come, se, germania
  • 48
    Sapevate che a Berlino esiste un hotel arredato in stile DDR? E che nella Germania Est i jeans erano un tabù? Se siete affetti da Ostalgie, particolare nostalgia per i tempi della DDR, ecco a voi una lista di dieci fatti sulla ex Germania Est che probabilmente ancora non conoscete. Avete…
    Tags: per, ddr, in, i, germania, si, nel, non, più, tedesca
  • 44
    di Mara Bisceglie Dall'università italiana a quella tedesca: il confronto (spesso impietoso) di una studentessa Erasmus sbarcata a Berlino. Con il programma Erasmus ho avuto la possibilità di studiare per un intero anno accademico presso la Technische Universität di Berlino, potendo osservare da vicino il sistema d’istruzione tedesco e confrontarlo con…
    Tags: in, per, è, non, i, si, più, germania, tedesca
  • 43
    Una mostra sulla storia tedesca proposta dal punto di vista britannico: fino al 9 gennaio 2017 il Martin-Gropius-Bau di Berlino ospiterà The British View: Germany – Memories of a Nation, esposizione realizzata in collaborazione con il The British Museum di Londra, che la inaugurò nel 2014. La mostra prende vita dall’omonimo libro scritto dal…
    Tags: storia, per, nazione, è, germania, tedesca, in, nel, i, memoria

Jale Farrokhnia

Classe '91, calabrese di nascita ma apolide di fatto. Ho nutrito sin da piccola una grande passione per la letteratura e per la scrittura, che mi hanno fatto approdare tra i banchi di un liceo classico che ho amato. Nel 2010, tra un viaggio e l'altro, mi sono trasferita a Pisa per studiare Lettere Classiche e per specializzarmi poi in Filologia e Storia dell'Antichità, pur essendo allo stesso tempo un'appassionata di tecnologia,social media e lingue moderne. Dopo la laurea mi sono trasferita a Berlino per un breve e intenso tirocinio e ora, somewhere in Italy, cerco ancora la mia strada con un piede nel mondo accademico e l'altro tra le molteplici alternative.

Leave a Reply