Come hanno votato i berlinesi quartiere per quartiere

Anche a Berlino vittoria della CDU e crescita di AfD. Buoni risultati per Die Linke e Verdi.

Se a livello federale la CDU di Angela Merkel si conferma prima forza politica staccando, nonostante le gravi perdite rispetto al 2013, la SPD di Martin Schulz di 13 punti percentuali, a Berlino l’esito elettorale appare piuttosto diverso. Come visibile nella carta interattiva di Berliner Zeitung, nella capitale tedesca i cristiano-democratici della cancelliera raggiungono soltanto il 22,7%, i socialdemocratici il 17,9%, attestandosi entrambi al di sotto del risultato federale. Sono Die Linke e Verdi i veri vincitori a Berlino, rispettivamente con il 18,8% e il 12,6% dei voti, mentre AfD e FDP vanno peggio incassando il 12% e l’8,9%. I distretti di Steglitz-Zehlendorf e Reinickendorf si confermano roccaforti dell’Unione, mentre la Berlino orientale vede trionfare Die Linke. A Marzahn-Hellersdorf Alternative für Deutschland raggiunge il 21,6%. Ecco come hanno votato i berlinesi quartiere per quartiere.

I voti dei berlinesi quartiere per quartiere

Nel quartiere di Mitte Die Linke raccoglie il 21,4% davanti alla CDU (18,7%) e alla SPD (17,9%). Ad ottenere il mandato diretto per il distretto è Eva Högl della SPD.

A Pankow, il quartiere più popoloso della capitale tedesca, Die Linke si conferma il partito più forte raggiungendo il 23,4%, seguita dal 19,8% della CDU e dal 15,7% della SPD. Nel distretto AfD si piazza quasi come a livello federale raggiungendo il 12,5%. A portare a casa il mandato diretto è, come già nel 2013, Stefan Liebich di Die Linke.

Reinickendorf si conferma roccaforte della CDU che ottiene il 31% davanti a SPD (20,1%) e AfD che si attesta al terzo posto con il 13,7% migliorando il risultato federale. Qui è Frank Steffel della CDU a ottenere il mandato diretto, conseguendo uno dei risultati migliori di tutta Berlino (36,8%).

Nel distretto di Spandau-Charlottenburg Nord è la CDU a prevalere con il 28,1% dei voti davanti a SPD (22,7%) e AfD (14,1%). Dopo un lungo testa a testa è Swen Schulz (SPD) a strappare il mandato diretto a Kai Wegner.

Sebbene nel distretto di Steglitz-Zehlendorf CDU ed SPD si piazzino al primo e al secondo posto con rispettivamente il 29,8% e il 19,1%, sono FDP e Verdi i veri vincitori: le due formazioni registrano un ex aequo raggiungendo il 14,2% a fronte di consistenti perdite dei due partiti di testa. A ricevere il mandato diretto è Thomas Heilmann (CDU).

A Charlottenburg-Wilmersdorf il duello tra Klaus-Dieter Gröhler (CDU) e Tim Renner (SPD), ex assessore alla cultura nell’amministrazione Wowereit, si risolve con la vittoria del primo che ottiene così il mandato diretto. Nel distretto la CDU raggiunge il 25,6% seguita da SPD (19,4%) e Verdi, terza forza con il 15,8%.

Nel distretto di Tempelhof-Schöneberg la CDU rimane il primo partito con il 25% dei voti, seguita da SPD (20,2%) e Verdi (15,6%). Bene anche Die Linke che raggiunge il 13,2%. Jan-Marco Luczak (CDU) ottiene il mandato diretto per la terza volta con un discreto distacco sull’avversario della SPD Mechthild Rawert, 29% contro 22%.

Nel distretto di Neukölln prevale la CDU con il 22,3% seguita da SPD (19,5%) e Die Linke (18,3%). Dopo un lungo duello con la candidata della CDU è il socialdemocratico Fritz Felgentreu a ottenere il mandato diretto.

Nel distretto di Friedrichshain-Kreuzberg e Prenzlauer Berg Ost trionfa Die Linke con il 28,6%. La CDU, che in questi quartieri è tradizionalmente debole, finisce solo quarta con il 13,9%, dietro a SPD (15,9%) e Verdi (20,4%). È Canan Bayram dei Verdi a ottenere il mandato diretto, l’unico per il partito in tutta la nazione.

Nel distretto di Treptow-Köpenick i vincitori sono Die Linke e AfD: i primi ottengono il mandato diretto con Gregor Gysi e si confermano primo partito con il 25,2%, i secondi diventano terza forza con il 16,9%. La CDU raggiunge il 20,3%, la SPD è solo quarta con il 15,5%.

A Marzahn-Hellersdorf Die Linke subisce gravi perdite ed è primo partito solo con il 26,1% (contro il 32,9% del 2013), tallonata da AfD che raggiunge un esorbitante 21,6% (contro il magro 6,4% del 2013). Per la CDU non rimane che il terzo posto (20,9%). Il mandato diretto va per la quinta volta consecutiva a Petra Pau di Die Linke.

Lichtenberg è storicamente una roccaforte di sinistra. Gesine Lötzsch vince il mandato diretto per Die Linke che si conferma primo partito con il 29,3%. Al secondo posto e con soli due punti percentuali di vantaggio su AfD (16,7%) si piazza la CDU (18,6%). SPD quarta con il 14,8%.

 


SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: screenshot di Berliner Zeitung

Gloria Reményi

Italiana per parte di mamma, ungherese per parte di papà, mi piace definirmi 50/50 a tutti gli effetti. Il mio anno di nascita – il 1989 – ha probabilmente deciso il mio destino berlinese. Mi sono trasferita a Berlino nel 2012 per conseguire la laurea magistrale in "Culture dell'Europa centrale e orientale" e ci sono rimasta. Oggi lavoro come giornalista.

Leave a Reply