Lavoro a Berlino, café/piccolo ristorante cerca cuoco italiano

Il café/piccolo ristorante La Isla di Wilmersdorfer Straße 152 A,  zona Charlottenburg di Berlino cerca cuoco italiano con buona conoscenza del tedesco per lavoro a tempo pieno. Il cuoco lavorerà da solo in cucina.

Si chiede a chi si vuole proporsi di portare la propria candidatura direttamente presso il locale (dalla domenica al giovedì tra le 16.00 e le 23.00, venerdì e sabato dalle 16 a mezzanotte). Per informazioni chiamare in orari di apertura del locale (quindi dalle 16) lo 0163/8333 336 o lo 030-39888244.

Cerca altre offerte di lavoro a Berlino e in Germania, clicca qui 

Photo © olle svensson cc by sa 2.0

 

4 Responses to “Lavoro a Berlino, café/piccolo ristorante cerca cuoco italiano”

  1. Cali Giovanni

    Salve cerco lavoro come cuoco piu vito e a logio 25 anni di esperienza nel se tore gastronomiche internationale

    Rispondi
  2. Pasquale

    Salve ho 27 anni sono un cuoco pugliese attualmente lavoro in un ristorante molto nominato nella nostra zona sarei interessato alla vostra proposta perché voglio crescere ancora e non mi voglio fermare. Grazie per aver letto la mia email attento sue notizie al più presto.

    Rispondi
    • Tiziana

      buongiorno, sono una signora di 62 anni e sarei interessata alla Vs offerta.
      Purtroppo non parlo tedesco ma sono una brava cuoca, ho gestito diversi ristoranti in proprio, la mia è una cucina italiana dai sapori mediterranei ma anche molto casalinga. Mi interesserebbe lavorare a Berlino perché li abita mia figlia e comunque anche perché nonostante l’età mi piace rimettermi sempre in gioco!! Rimango in attesa di un Vs riscontro e comunque vada Vi ringrazio!!! Tiziana

      Rispondi
  3. Abdullah al mamun

    Salve io sono abdullah al mamun del Bangladesh ma vivo a Italia.ho 32 anni . Faccio cuoco . ho esperienza 15 anni , ho fatto laurea sopra albergo amministrazione 4 anni.sto lavorando ma volevo cambiare ..volevo lavorare Germania.mi chiami…00393289226958.

    Rispondi

Leave a Reply