Funkhaus di Nalepastraße, l’ex stazione radio DDR ora centro per artisti apre per 48 ore di festa

Da ex stazione radiofonica a centro culturale con atelier di artisti da tutto il mondo: la Funkhaus Berlin di Nalepastraße è un luogo leggendario a Berlino. Se non ci siete mai stati l’occasione giusta è il 16 e 17 luglio 2016, giornata della Funkhaus Openstudios quando i suoi “abitantI” apriranno gratuitamente le porte dei propri studi a tutti i visitatori. Non solo: ci saranno concerti, grill e after-party. Insomma una grande giornata di festa senza dimenticare il passato: per l’occasione infatti due ex dipendenti della struttura (quando era ancora una stazione radiofonica) ritrasformeranno due delle sale esattamente come apparivano prima della caduta del muro.

L’evento. Durerà due giorni: sabato 16 dalle 12 alle 18 si potrà visitare la struttura e i suoi atelier, a seguire, dalle 20 alle 23 ci sarà musica dal vivo. Il giorno dopo, dalle 12 alle 18, l’edificio e il suo splendido giardino saranno nuovamente visitabili al pubblico. Il tutto completamente gratuitamente.

La storia della Funkhaus Berlin.  Inaugurata nel 1956 ed estesa su 135mila metri quadrati lungo la Sprea, nacque sulle ceneri di un vecchio impianto industriale del 1871. Alla DDR servivano degli studi di registrazione. I suoi ingegneri costruirono varie sale tuttora considerate dall’acustica perfetta. Era il più grande studio di registrazione del mondo. La presenza di mensa, sala riunioni, ambulatorio, libreria e spaccio alimentare hanno fatto della Funkhaus fino al 1990, anno della sua chiusura, della Funkhaus una vera e propria piccola città indipendente con una serie di servizi per tutti gli operatori, che al momento della dismissione nel ’90 erano 3000. In seguito alla riunificazione della Germania, diverse trasmissioni furono interrotte, con la sospensione conclusiva dei servizi tecnici e di redazione. Nel ’91 iniziarono i problemi di gestione di un complesso così altamente strutturato, interamente, insieme all’annesso giardino detto il “Werksgarten” sotto tutela monumentale. Negli ultimi anni, grazie al passaggio di proprietà ad un giovane imprenditore appassionato di strutture di archeologia industriale, già di sua proprietà il bellissimo edificio del Postbahnhof la struttura è stata suddivisa in vari atelier e studi di registrazione da affittare ad artisti di tutto il mondo.

 

Un futuro a rischio. La giornata degli Openstudios sarà sia una festa che un momento per attirare l’attenzione e scongiurare il rischio  che l’intera struttura chiuda a breve. Da un anno c’è infatti una nuova proprietà che spinge per un nuovo utilizzo degli studi e una conversione della stazione in un “altro” ancora non definito.

13528898_1656067584718165_3727846588288559721_n (1)

Funkhaus Openstudios

sabato 16 luglio dalle 12 alle 20

domenica 17 luglio dalle 12 alle 18

Nalepastrasse 18, 12459 Berlino

ingresso gratuito

Evento Facebook

Per arrivare alla Funkhaus di Napelastraße si può prendere il tram numero 21 (da Frankfurter Tor o Ostkreuz ad esempio) e scendere alla fermata Köpenicker Chaussee/Blockdammweg, da lì è facilmente raggiungibile a piedi.

 

 

Gli artisti coinvolti presenti all’evento:

Sabatino Cersosimo
Daniele Consorti
Luke Crouch
Jacob Dancy
Dinsher & Husler
Federico Egidi
Fabian Faassen
Urizen Freaza
Felix Gephart
Lady Gaby
Luca Grimaldi
Aleksander Gudalo
Maria Hahmann
Roey Heifetz
Elisabeth Howland
Vladimir Isailovic
Lutz Kauschke
Monica Levy
Tito Loria
Miguel Martínez
Faruk Masri Vilca
Johann May
Ariel Micale
Eddy Vivier Murangwa
Emanuelle Nedelcu
Ornella Orlandini
Diana Pacelli
Guy Parker
Elsa Salonen
Carolina Sanabria
Joachim Seinfeld
Sarah Steiner
Jenny Uhlenbrok
Uto Berlin
Juan Varela

Foto © Facebook/ Funkhaus Berlin

Leave a Reply