La terra trema, a Berlino il film di Visconti ispirato a I malavoglia

I fatti rappresentati in questo film accadono in Italia e precisamente in Sicilia, nel paese di Acitrezza, che si trova sul mare Ionico a poca distanza da Catania. La storia che il film ci racconta è la stessa che nel mondo si rinnova da anni in tutti quei paesi dove uomini sfruttano altri uomini. Le case, le strade, le barche, il mare, sono quelle di Acitrezza. Tutti gli attori del film sono stati scelti tra gli abitanti del paese: pescatori, ragazze, braccianti, muratori, grossisti di pesce. Essi non conoscono lingua diversa dal siciliano per esprimere ribellioni, dolori, speranze. La lingua italiana non è in Sicilia la lingua dei poveri.

La terra trema, 1948, Luchino Visconti

Acitrezza, Sicilia. La famiglia Valastro vive di pesca sfruttata però dai locali grossisti fin quando il giovanè Ntoni decide di ribellarsi e di cercare di coinvolgere altri pescatori. Nasce una piccola sommossa. Alcuni pescatori vengono arrestati, ma poi fatti rilasciare da quegli stessi grossisti a cui serve manodopera.  La famiglia Valastro decide così di mettersi in proprio. Per farlo ipoteca la casa e compra una barca. Il loro progetto vive inizialmente del successo di un’eccezionale pesca di acciughe a cui purtroppo segue una tempesta che distrugge la barca. Costretti a vendere le acciughe pescate al prezzo di costo, la famiglia perde la casa e, complice una serie di sfortune, comincia a disgregarsi. La sorella di N’toni, Lucia, diventa l’amante del maresciallo del corpo di finanza di Aci Trezza, il fratello Cola comincia a fare il contrabbandiere mentre l’altra sorella Mara non può sposare il muratore che ama. ‘Ntoni è solo e non gli rimane che…

La sua importanza nel cinema italiano e la distribuzione tedesca. Ispirato a I Malavoglia di Giuseppe Verga, di cui riprende l’ambientazione marinaresca e il nome del protagonista, La terra trema è tuttora considerato uno dei capi saldi, e allo stesso ultimo esempio, del neorealismo italiano. Visconti impiegò sette mesi di riprese per girarle ridando vita ad una cittadina, Acitrezza, ancora sconvolta dalle conseguenze della seconda guerra mondiale. Il film non ha avuto la popolarità che merita, almeno in Germania. Prodotto nel 1948, fu distribuito nella Germania dell’Est solo nel 1956 mentre in quella dell’ovest andò direttamente in televisione nel 1959. Un evento speciale per celebrarlo fu organizzato nel 1997 durante la Berlinale. Assume quindi una certa rilevanza la proiezione che andrà di scena domenica 7 agosto alle 16.00 presso il cinema Babylon di Berlino seguita da una breve discussione sul film all’interno della rassegna del cinemAperitivo.

Cosa è il CinemAperitivo. È una rassegna di film italiani che ogni domenica alle 16.00 occupa una delle sale del cinema Babylon. Ha vita da 12 anni. Dopo ogni proiezione (sempre con sottotitoli o tedeschi o inglesi) è offerto un aperitivo e una discussione con moderatore e, normalmente, un ospite. Curatori della rassegna sono Mara Martinoli e Andrea D’Addio, rispettivamente responsabile cinema e direttore di Berlino Magazine. Se volete rimanere aggiornati con tutti gli appuntamenti del CinemAperitivo cliccate qui.

La terra trema 

di Luchino Visconti, 1948

proiezione e aperitivo

domenica 7 agosto 2016 ore 16.00

presso il cinema Babylon

Rosa-Luxemburg-Straße 30, Berlin

biglietto 9 € acquistabile alla cassa o qui

Evento Facebook

banner3okok (1)

Related Posts

  • Berlino Schule presenta il proprio programma di corsi di tedesco 2016/2017, ovvero da fine agosto 2016 a maggio 2017, senza dimenticare che fino a fine agosto sono a disposizione le summer school, corsi super-intensivi con attività pomeridiane e serali di cui trovate qui tutti i dettagli. Tanti i livelli e le…
  • E’ il 28 Gennaio 1929, un lunedì mattina decisamente freddo come solo le giornate invernali berlinesi sanno essere. L’impiegato di banca Nürnberg affretta il passo sulle strade ghiacciate per arrivare ad aprire in tempo gli sportelli della sua banca, la Diskonto Gesellschaft di Wittenbergplatz. Come d’abitudine, prima di iniziare il…
  • Forse non tutti sanno che i teatri, a Berlino, sono piuttosto frequentati, sia dai tedeschi che da stranieri. Nonostante l'intralcio della lingua, che può effettivamente rappresentare un grande ostacolo, tutti possono partecipare pur non essendo ferrati nella paurosissima e temutissima lingua tedesca. Questo perchè la città offre un'ampia gamma di…
  • Gli edifici dell'aeroporto di Tempelhof, che al momento ospitano circa 1200 migranti, saranno presto teatro di grandi lavori di riqualificazione di alcune aeree. In particolare, come si legge sulla Berliner Zeitung la torre di controllo dell'ex aeroporto verrà convertita in un punto panoramico, per una superficie di 600 metri quadrati. Il progetto. Come il…
  • Si rinnova anche questa domenica l'appuntamento con il CinemAperitivo, iniziativa realizzata in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura e il Cinema Babylon a Mitte, che porta nelle sale del cinema berlinese una serie di proiezioni tutte italiane. I prossimi due film sono "Caro Diario" e "La Stanza del Figlio" di Nanni Moretti:…

Leave a Reply