9 secondi per un goal. Record alla prima giornata della Bundesliga 2014-15. Il video

La prima giornata della a Bundesliga 2014-15 parte subito con un record, quello del gol più veloce da quando il campionato tedescoha assunto il suo attuale nome nel 1963. A realizzarlo è stato il tedesco-marocchino del Bayer Leverkusen Bellarabi. Quanto ci ha messo? Solo 9 secondi. A subirlo è stato il Borussia Dortmund nel suo stadio, il Westfalenstadion. Come? Calcio d’inizio per il Leverkusen. Calhanoglu porta la palla subito in avanti. Son fa un tunnel nei confronti di Piszczek, passa a Boesnich che prolunga su Bellarabi. Tunnel ai danni di Ginter e tira verso la porta, difesa da Langerak, dai 13 metri facendo gol dopo solo 9 secondi. Il record che apparteneva in comproprietà a Freier (Bochum), Kirsten (Leverkusen) e Elber (Bayern) viene migliorato di ben 2 secondi. Il gol a freddo è una vera doccia gelata per gli uomini guidati da Klopp. Il Dortmund sembra stordito. Il Leverkusen del trainer Schmidt gioca una partita a tutto pressing e lascia al Borussia pochissime chance. Il due a due a zero realizzato dal solito Kießling nei minuti di recupero chiude l’incontro. Molto male Immobile che non entra mai in partita ma che viene difeso da Klopp che nel dopo partita afferma: “Immobile è al suo primo anno e sicuramente migliorerà nell’arco della stagione ma il problema oggi non è stato il giovane italiano”. Unico motivo di consolazione per il Dortmund è il fatto che anche la stagione 2010/2011 partì con una sconfitta per 2 a 0 contro il Bayer ed il Bayern sconfisse il Wolfsburg per 2 a 1 (lo stesso risultato di Venerdì all’esordio). Meister (campione) alla fine di quella stagione si laureò il Borussia Dortnund.

Nell’anticipo di Venerdì il Bayern Monaco ha vinto contro il Wolfsburg per 2 a 1. Primo tempo dominato dai campioni in carica che, malgrado assenze importanti, schiacciano gli ospiti. Prima Müller, nel finale del primo tempo, e poi Robben, appena rientrati dagli spogliatoi per la pausa, sembrano chiudere il match che viene riaperto da un gran destro a girare del sempre-verde Olic. Il finale é pirotecnico con occasioni da ambo le parti ma il risultato non cambia più. Da segnalare l’esordio, come metronomo del centrocampo dei bavaresi, del diciassettenne Gianluca Gaudino, figlio del campione degli anni ottanta e novanta Maurizio Gaudino.

Sabato pomeriggio, 95 secondi, tra il 33° ed il 35°, bastano all’Hoffenheim per castigare, con i gol di Szalai e Elyounoussi, un remissivo Augsburg. La fase difensiva dell’Hoffenheim che lo scorso anno era stata deficitaria (70 i gol subiti) ha mostrato i miglioramenti sperati soprattutto grazie al nuovo portiere Baumann e al difensore Bicakcic acquistato, per soli 400 mila euro, dal retrocesso Braunschweig.

Partita scialba e senza reti, sempre sabato, tra il neopromosso Colonia e la delusione della scorsa stagione Amburgo. Migliore in campo il centrale difensivo del Colonia Wimmer che annulla l’attaccante dell’Amburgo Lasogga.

Partita equilibrata tra il Fracoforte ed il Friburgo. La differenza la fa Haris Seferovic con il suo gol al 15° del primo tempo. L’attaccante svizzero, ex Fiorentina, Lecce e Novara, trafigge, con un preciso sinistro il connazionale Bürki e regala così i primi 3 punti alla compagine guidata quest’anno dall’esperto tecnico Thomas Schaaf.

Sorpresa ad Hannover dove lo Schalke va meritatamente in vantaggio con Huntelaar all’inizio della ripresa, sfiora ripetutamente il raddoppio prima di subire un uno-due lancinante che porta le firme di Prib e Joselu. Sotto accusa, tra gli uomini guidati da Keller, Kevin Prince Boateng autore di una partita inguardabile.

Butta alle ortiche una partita già vinta l‘Hertha Berlino contro il Werder Brema. Il nuovo attaccante dei berlinesi Schieber aveva fatto esultare, con una doppietta, i sessantamila tifosi presenti all’Olympiastadion. I tifosi dell’Hertha pregustavano già i primi tre punti della stagione ma prima il difensore del Werder Lukimya e poi l’attaccante Di Santo, anche grazie alle insicurezze del portiere dei berlinesi Kraft, hanno gelato il loro prematuro entusiasmo.

Domenica pomeriggio si dividono la posta in un match pieno di emozioni il Paderbon ed il Mainz. I neopromossi  non vanno oltre il 2 a 2 contro gli ospiti. Decisivo un inutile fallo da rigore nell’ultimo minuto della ripresa del capitano Hünemeier, il quale  poco prima aveva realizzato di testa il gol del vantaggio per 2 ad 1, sul sempre bravissimo attaccante giapponese del Mainz Okazaki. La trasformazione del coreano Koo è impeccabile e regala alla squadra della Renania-Palatinato un pareggio insperato.

Domenica sera il Borussia Mönchengladbach e lo Stoccarda hanno dato vita ad un primo tempo privo di emozioni. Nella ripresa Maxim porta in vantaggio gli ospiti. Finalmente si svegliano i padroni di casa che cercano il gol con cross dalle fasce. Lo Stoccarda non sta a guardare e in contropiede potrebbe punire il Gladbach che però, nell’ultima azione disponibile al 90° minuto, trova il gol, dopo un batti e ribatti in area di rigore, con il da poco entrato e neo campione del mondo Kramer.

Ventuno reti e tantissimi spettatori sugli spalti. È iniziata la Bundesliga numero 52 e sarà un piacere raccontarvela.

FOTO © Lackystrike  CC BY-SA 2.0

SEGUI LA BUNDESLIGA 2014-2015, CLICCA QUI

David Rodinò

Nato nel 1973, dopo 31 anni passati a Roma, mi sono trasferito a Berlino nel 2004, città che conoscevo da anni e che mi aveva sempre affascinato. La lingua tedesca la ho imparata bene e dal 2009 ho aperto un baretto molto romano nel quartiere Charlottenburg. Passione per il calcio visto e giocato. Sono impegnato calcisticamente nella Verbandsliga Über 40 con la squadra Sc Charlottenburg e visivamente seguo con affetto la mia As Roma e osservo con attenzione la Bundesliga.Dal 2011 ho un appartamentino di proprietà in cui vivo con la mia compagna Karolina.

Leave a Reply