Amichevoli di lusso: a Berlino il Napoli sfida l’Hertha

Il Napoli vola a Berlino. Per la prima volta la squadra partenopea affronterà l’Hertha, il primo club della capitale tedesca. Accadrà sabato 13 agosto alle ore 18:00 presso il Friedrich-Ludwig-Jahn-Sportpark di Berlino. I vicecampioni d’Italia, ormai orfani di Higuain trasferitosi alla Juventus per la cifra record di 94 milioni di euro, ma supportati dal neoacquisto, il polacco Arkadiusz Milik (35 milioni per prelevarlo dall’Ajax) e dal capitano Hamsik fresco di rinnovo, cercheranno conferme in vista del debutto in campionato previsto per la settimana successiva (il 21 agosto fuori casa contro il Pescara). Per i tedeschi invece, settimi nell’ultima Bundesliga e prossimi partecipanti all’Europa League, la Bundesliga inizierà due settimane dopo, il 28 agosto in casa contro l’SC Freiburg.

Il biglietto per assistere alla partita sarà disponibile dal 2 agosto negli store ufficiali dell’Hertha, attraverso il servizio telefonico e presso altri rivenditori organizzati (notizie qui). Prezzi a partire da 10 euro. Stadio per l’incontro non sarà il celebre Olympiastadion, bensì quel Friedrich-Ludwig-Jahn-Sportpark accanto al Mauer Park dove un tempo giocava la Dinamo Berlin, la squadra della Stasi.

Hertha Berlino – Napoli

Sabato 13 agosto ore 18.00

presso lo Friedrich-Ludwig-Jahn-Sportpark

Cantianstraße 24, 10437 Berlino – Prenzlauer Berg

biglietti da 10€

acquistabili dal 2 agosto qui o alla cassabanner3okok (1)

FOTO © Nazionale Calcio CC BY-SA 2.0.

Related Posts

Gabriele Iaconis

Gabriele Iaconis è nato a Napoli nel 1985. È laureato al corso magistrale di Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale ed Ambientale presso la Federico II di Napoli. È appassionato di lettura e scrittura e non osa immaginare un mondo senza libri. Ha pubblicato due romanzi: Un motivo in più per guardare il cielo (Boopen LED 2010) e Buenos Aires (Homo Scrivens 2012) nonché racconti in varie antologie. Vive a Berlino dal novembre 2013 e si trova benissimo. Spera di continuare a scrivere e leggere il più possibile.

Leave a Reply