Berlino 1990 vista dai finestrini della metropolitana

Un tutto nella Berlino post riunificazione, quando, finalmente le linee della metro si fermavano ad ogni stazione, ovest come est.

Il terreno completamente incolto intorno al Reichastag che si vede dalla S-Bahn che da ovest attraversa la città sembra un’immagine risalente a secoli passati, siamo però nel luglio 1990, solo nove mesi dopo la caduta del muro. L’immagine proviene da un finestrino della S-Bahn, la metropolitana sopraelevata di Berlino, e non rappresenta l’unico tuffo al cuore che si prova guardando il video. Dallo Zoo ad Alexanderplatz (e ritorno) è un continuo di luoghi quasi irriconoscibili.

Il muro è stato sgomberato quasi ovunque, rimangono dei pioli d’acciaio e alcune torrette prefabbricate per sorvegliare il confine. Manca, come detto, l’intero quartiere ministeriale intorno a quello che, ancora, non era tornato a svolgere le funzione di Parlamento (né era stata costruita ancora la cupola di Norman Foster), molti degli edifici delI’isola de musei sono sotto restauro, da Friedrichstrasse si può scendere in tutte quelle fermate di Berlino Est per anni saltate completamente dai treni (che si dirigevano direttamente fino a Wedding, nuovamente zona ovest). Cosa rimane d’allora? La frequenza con cui passano i mezzi pubblici, l’esistenza del vuoto a rendere (pfand) e una Berlino che rende suggestiva anche un’edicola di giornali.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply