Riapre una stazione della metro e a Berlino si festeggia per strada

Dopo un anno di lavori di ristrutturazione e conseguenti disagi (a cuii cittadini della capitale tedesca non sono abituati), lo scorso lunedì ha riaperto la stazione della metropolitana della linea U8 di Leinestrasse e, di conseguenza, è ridiventata raggiungibile, senza cambi, anche il capolinea Hermannstrasse su cui precedentemente passava solo il Ring. Boddinstrasse non sarà più l’ultima stazione della linea. Per tutto il periodo dei lavori, stranamente rispetto a quanto la BVG – l’azienda dei trasporti pubblici berlinesi – aveva fatto in precedenza in situazioni analoghe, non era stato messo nessun bus sostitutivo a disposizione.

La stazione metropolitana U8 attraversa Berlino trasversalmente, collegando le zone focali capitoline, da Neukolln tocca Kreuzberg, sfiora Friedrichshain, passa per Mitte fino ad arrivare a Wedding. Tra le 9 linee metropolitane è sicuramente la più utilizzata per coprire lunghe distanze cittadine.

La scomparsa ufficiale dei cantieri è avvenuta alle 19. Si doveva festeggiare e così è stato grazie ad una spontanea celebrazione organizzata inizialmente da un gruppo di giovani residenti a base di “konfetti”, gli amatissimi coriandoli, che ancora ricoprono le strade della zona di Schillerstrasse.

A loro si sono uniti altri residenti che, con tanto di striscioni e impugnando cartelli con sopra disegnati degli smile con il simbolo della linea urbana, la U8, hanno danzato e cantato per tutte le strade di Neukoelln.

La ristrutturazione era d’obbligo. I materiali utilizzati per Leinestrasse risalivano al 1929. Nel 1996 erano stati apportati rinnovamenti nella stazione di Hermannstrasse, il capolinea a sud di Berlino, ma i lavori per renderne sicuro l’utilizzo prevedevano lo smantellamento e il rifacimento dei soffitti. Non é stato un lavoro facile, lo sapevano anche i residenti che, non a caso, hanno tributato un lungo applauso ai 15 rappresentanti della BVG arrivati per dare l’ok alla riapertura della stazione. A Berlino succede anche questo.

Foto © Leinestrasse CC BY SA 2.0

Leggi anche “Amo Berlino, ma ora vivo in Sicilia”. Intervista esclusiva a Erlend Øye dei Kings of Convenience


Schermata 08-2456898 alle 12.34.41

Leave a Reply