Berlino in Timelapse in un bellissimo video di 230 secondi di un filmmaker italiano

Si inizia da Bornholmer Strasse, 9 novembre 1989, lì dove passava e si stava disintegrando il muro e poi si torna indietro al 1961, quando il confine fu eretto. Un altro balzo in avanti ed eccoci ai giorni nostri, con una carrellata sui luoghi simbolo che subirono più di altri la divisione in due della capitale. Si intitola Berliner Plätze e autore è il filmmaker italiano Edoardo Cicchetti (http://timelapse.it/en/), specializzato, per l’appunto in fotografia timelapse. “È una mia personale realizzazione e visione. Sono stato mandato a Berlino da Rai Storia  – di cui sono il responsabile per i timelapse dal 2006 – per girare alcune immagini per un loro speciale andato in onda lo scorso 8 novembre. Dal materiale che ho raccolto per loro mi è venuta l’idea di realizzare un ulteriore piccolo omaggio alla città di Berlino e al suo tragico passato. Ciò che ha mandato Rai Storia in onda è diverso da ciò che appare qui sotto“.

Cos’è il Timelapse?” “A livello di traduzione, Timelapse vuol dire intervallo di tempo.  È un particolare modo di intendere la fotografia. Una fotografia singola, uno scatto, ritrae un preciso istante del mondo. La fotografia è senza passato e senza futuro, dà la porzione di un istante. Il Timelapse invece è una somma di istanti, una serie di fotografie montate cronologicamente e velocizzate, che diventano un ritratto più ampio, è il futuro di uno scatto. In realtà il Timelapse è sempre esistito. È all’origine del cinema ma anche della televisione. Il cinema è nato perchè qualcuno si è reso conto che velocizzando dei fotogrammi si creava il movimento e le immagini acquisivano vita propria. I primi film dei fratelli Lumière non erano altro che Timelapse. Nel film di Meliés, Vojage dans la lune, il movimento della luna è un Timelapse. Anche oggi, per gli effetti speciali, le velocizzazioni sono usate per dare la sensazione del passaggio del tempo. Ci sono Timelapse negli spot pubblicitari o nei video musicali. Realizzare questo tipo di filmati mi da la sensazione di essere un viaggiatore nel tempo e di avere uno sguardo privilegiato sul mondo. Mi consente, manipolando il tempo, di scegliere un punto di vista personale sulle cose che esistono”.

Credit
Timelapse Photography & edit: Edoardo Cicchetti (timelapse.it)
Music: Kaiserbase “Berlin Du Bist So Wunderbar”
Audio news: RBB – Berliner Abendschau 1989

Photography:
Canon 5DMII / 5DMIII – Nikon/Canon/Sigma optic – Dinamicperception dolly and motorized head.

Postproduction:
LRTimelapse / Lightroom / Photomatix / After Effects / Premiere Pro


.banner3okok (1)

Leave a Reply