Germania, 91enne scrive su opera d’arte da 80.000 euro scambiandola per un cruciverba

Gli operatori del Neues Museum di Norimberga non potevano credere ai loro occhi quando, mercoledì scorso, hanno scoperto l’incredibile malinteso in cui era caduta Hannelore K. una signora tedesca di 91 anni in visita alla galleria di arte contemporanea insieme ad altri ospiti di un centro per anziani. La donna, una dentista in pensione, si è soffermata davanti a Reading-work-piece, opera d’arte del 1965 realizzata da Arthur Köpcke, esponente del movimento Fluxus. L’opera rappresenta un cruciverba incompleto e la sua didascalia recita “Insert Words“, “inserisci le parole”. L’anziana signora deve aver preso troppo alla lettera il suggerimento di Köpcke e ha tirato fuori la sua penna, mettendosi a compilare il simbolico cruciverba.

I danni all’opera e le conseguenze per Hannelore. Come riportato da Die Weltuna delle definizioni del cruciverba richiedeva la definizione di Mauer, muro, in inglese. Hannelore K. sapeva bene la risposta, wall, e ha pensato bene di scriverla nello spazio apposito. La donna, stando ai dettagli rivelati dall’amministrazione del Neues Museum, ha compilato anche altri spazi del finto cruciverba prima di essere fermata dallo staff del museo. A quel punto è stata condotta dalla curatrice del museo Eva Kraus, ma non è stata trattata con severità. «La signora non aveva certamente intenzioni negative», ha dichiarato la Kraus, «ma abbiamo dovuto denunciare il danno alla polizia, anche per questioni di assicurazione». L’opera di Köpcke, infatti, era assicurata per un valore di 80.000 euro. Per fortuna i danni causati da Hannelore K. non sono ingenti e non sembrano permanenti: i restauratori sono già all’opera per rimuovere le scritte a penna e il museo coprirà le spese, che ammontano a poche centinaia di euro.

banner3okok (1)

Related Posts

  • Siete in procinto di passare una vacanza a Berlino? Vi ci state per trasferire? Già ci vivete, ma ancora non avete chiaro cosa è bene e cosa non è bene fare? Ecco la lista delle 10 cose da non fare a Berlino 10-Non guidare all’italiana. La macchina qui è inutile,…
  • Mi rendo conto che è un terreno minato, ma è comunque un argomento che riguarda tutta la comunità italiana in Germania (o all’estero in generale), ovvero il modo di adattarsi di noi italiani in un altro Paese. Potrete logicamente dissentire da ciò che è scritto qui sotto, non pretendo di…
  • Per me, a quei tempi, la cioccolata era solo cioccolata. Al latte o fondente. Quella bianca aveva ancora un non so ché di esotico e raro. Ricordo che periodicamente, di tanto in tanto, mia zia ritornava in patria dalla lontana Germania per visitare mia nonna e tutti noi. Ricordo le…
  • Abbiamo chiesto a redattori e collaboratori di Berlino Cacio e Pepe Magazine le ragioni per cui si potrebbe pensare di lasciare Berlino (e l’estero in generale) per ritornare in Italia. Tutti vivono o hanno vissuto in Germania o a Londra: sono studenti e giovani lavorati, che alla domanda “per quale…
  • Stop al Roaming. La notizia è diventata ufficiale il 30 giugno scorso. Dal 15 giugno 2017 l'utilizzo del proprio contratto telefonico all'estero, se all'interno dell'Unione Europea, non avrà nessun costo aggiuntivo. Flat rate per chiamate, messaggi o per l'utilizzo di internet rimarranno funzionanti senza l'attivazione di opzioni o con il rischio…

Leave a Reply