Germania, a Lubecca si celebrano le relazioni tra Italia e Germania con la Borsa Culturale italo-tedesca

Ogni due anni la Federazione delle Associazioni Italo-Tedesche stanzia una borsa culturale. Quest’anno l’iniziativa è arrivata alla 14° edizione scegliendo come argomento della borsa l’arte nelle scuole. Come luogo dell’incontro è stata scelta Lubecca, sede dell’Associazione italo-tedesca più a Nord della Germania, mentre l’ultima borsa culturale si svolse due anni fa a Trapani, che ospita l’Istituto di Cultura Italo-Tedesco più a Sud d’Italia.

Cos’è la borsa culturale. La borsa culturale italo-tedesca è stata fondata nel 1989 a Savona e ha luogo ogni due anni in modo alternato in Germania e in Italia. Le borse culturali costituiscono un importante momento d’incontro nell’ambito degli scambi culturali bilaterali tra i due Paesi e nello sviluppo di un’identità europea.

L’arte nelle scuole. Anche l’arte deve fungere da collante per implementare le relazioni e gli scambi tra i due Paesi, creando un’unica e forte identità culturale europea. L’incontro delle associazioni italo-tedesche si è tenuto dal 9 al 12 settembre a Lubecca, e ha coinvolto in modo particolare gli scolari della scuola elementare Johannes-Prassek di Lubecca, dove viene insegnato l’italiano come lingua straniera. Visto che il fulcro centrale della borsa 2016 è l’arte, il protagonista di queste giornate di presentazione è stato Emanuele Bertossi, uno dei più creativi artisti italiani – grafico, scultore e illustratore di libri per l’infanzia – che ha tenuto work-shop con bambini e adulti presenti all’evento. Scopo della borsa culturale è quello di offrire alle varie associazioni di entrambi i Paesi l’opportunità di scambi e confronti per attingere sempre nuove idee per i loro programmi.

Il premio culturale. Altro punto centrale della manifestazione è il conferimento del premio culturale, un riconoscimento che la presidenza della Federazione delle Associazioni Italo-Tedesche attribuisce ogni due anni a singole persone, a comunità, a istituzioni o progetti distintisi per un’azione di particolare valore o per un costante impegno nel quadro delle relazioni culturali italo-tedesche Il premio consiste in un’opera d’arte in esemplare unico, concepito in alternanza da un artista italiano o tedesco. Quest’anno è stato proprio Emanuele Bertossi a creare un’opera d’arte su misura per il vincitore, o i vincitori, del Premio Culturale 2016.

Foto di copertina © Wikipedia – Arnold Paul

banner3okok (1)

Eleonora Lanave

Romana, laureata in Scienze della moda e del costume all'Università La Sapienza. Romantica e vagabonda. Approdata a Berlino per cambiare rotta. "T'insegneranno a non splendere, e tu splendi invece". [Pier Paolo Pasolini]

Leave a Reply