Le frasi più banali di chi vive a Berlino solo da un po’ (Video)

“In realtà non vado fuori dal Ring”, “Tutto è così economico”, “La mia mitbewohnerin è così pazza…”, “Ho davvero bisogno di imparare il tedesco”, “Amo Tatort!”, “La birra è più economica della soda”, “Non fumavo da quando mi sono trasferito qui!”, “O mio Dio, amo il Club Mate!”, “Amo Prenzlauer Berg”, “Amo Kreuzberg”, “Amo Neukoelln”, “Dov’è Wedding?”….

Quali sono le frasi più banali di quegli stranieri che vivono a Berlino solo da poco o  che lo fanno a tempo determinato? Le ha raccolte, in maniera molto ironica, il blogger americano, ma di base a Berlino, Nate Blanchard in un simpaticissimo video del 2012 scritto assieme a  Ryan Erich. Sono passati più di due anni da allora, ma molti di questi luoghi comuni ancora resistono, così come quel modo di parlare atteggiandosi sia nelle pose che nel vocabolario (con una frase di tedesco ogni tanto) che – da italiani – per fortuna ci capita di tenere molto più raramente rispetto ad altri expats, in particolare gli statunitensi.

© Lothar Lee CC By SA 2.0

Related Posts

  • Berlino è una città splendida (qui le 10 ragioni che ne fanno la città del momento), ma tante cose non funzionano, o almeno non lo fanno come può sembrare dall'esterno. Ciò non toglie che si viva meglio qui che in buona parte del nostro Paese (a meno che non si…
  • 1- I tedeschi non si baciano. La reazione dell’autoctono potrebbe essere tra lo sgomento, lo shock e il panico. Quando incontrate o vi accomiatate da qualcuno, per salutarlo potete azzardare un ampio abbraccio e una pacca sulla spalla. 2- Il berlinese non si veste, si copre. Dimenticate l’eleganza per una…
  • di Beatrice Falleni Sono una ragazza di 21 anni. Sono nata a Roma e lì ho compiuto il mio percorso di studi fino al conseguimento della maturità classica. Poi, a 19 anni appena compiuti e a poche settimane dalla fine degli esami, ho lasciato l’Italia e mi sono trasferita a Berlino.…
  • di Patrizia Storelli Nell'ambito della rassegna Oltremare, organizzata dalla libreria Mondolibro in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura, arriva a Berlino lo spettacolo teatrale: Mi chiamo Aram e sono italiano. Andrà in scena il 23 e il 24 maggio alle ore 20.00 al Theater Ackerstadtpalast. Il pezzo teatrale è scritto…
  • Cinque anni fa le primavere arabe non c’erano ancora state. Cinque anni fa, per molti, il mondo arabo era un’accozzaglia disordinata di stereotipi, molti dei quali negativi. Cinque anni fa nasceva a Berlino l’Alfilm, Arab Film Festival. L'ambizione era quella di diventare nel tempo uno spazio dove confrontarsi e sfatare…

Leave a Reply