Kino Delphi Berlino, un viaggio nei dorati anni ’20

“Il giorno dei morti è una celebrazione della crudeltà del tempo…È un momento per incontrarsi con amici e persone care e contemplare insieme la bellezza del presente”

Al Kino Delphi Berlino si commemora oggi la giornata dei morti, come se fosse una vera festa; diversi generi della musica contemporanea, performance artistiche, danza e arti visive: ecco quello che ci si potrà aspettare questa sera. Quale miglior cornice per questo evento se non l’antico Kino Delphi Berlino, un luogo ancora intriso dell’atmosfera legata agli anni d’oro berlinesi? In questa affascinante location oggi si svolgerà l’evento DAY OF THE DEAD.

Uno degli ultimi cinema per la proiezione di film senza sonoro, il Kino Delphi Berlino apre ufficialmente nel 1929, nell’ area di Weissensee; qui nella “Klein Hollywood” sono stati prodotti film del calibro di “Anders als die Andern“, primo scandaloso film sull’omosessualità (R.Oswald – 1919) e il leggendario “Das Cabinet des Dr. Caligari (R.Wienes 1919) girato nelle vicinanze.

Il Kino Delphi Berlino sopravvive miracolosamente alla crisi economica mondiale degli anni ´30 e viene adoperato anche per la proiezione di film di propaganda nazista (come “Kolberg”), rinascendo dalle sue ceneri poco dopo la fine del secondo conflitto mondiale. L’attività riprende quasi subito, nel luglio del ’45, dopo rapidi lavori di ristrutturazione, la gestione della sala passa poi in mano alla “VEB Berlino Film Theatre”, dal momento Weissensee si trova sotto la giurisdizione della DDR.

Per problemi strutturali e mancanza di fondi, il Dephi chiude al pubblico nel 1960; rimane in uso solo una parte del foyer, destinata a deposito e lavanderia, mera consolazione che se non altro ne impedisce la demolizione.

Le condizioni di fronte alle quali si trova il gallerista A. Jahn, che acquista l’immobile nel 2006, sono a dir poco disastrose, in quanto i 40 anni e più di inattività hanno lasciato il segno. Nonostante tutto riesce, con enormi sforzi e con straordinaria caparbietà, a conservare questa unica testimonianza d’arte cinematografica e di storia architettonica, salvandola da sicura rovina. L’interno rimane fedele all’originale ed è in grado di far trasparire il fascino del secolo scorso; la grande sala dalle pareti color ruggine, progetto dell’architetto Zindel, incornicia un largo palcoscenico per lo schermo, sormontato da un arco che racchiude la scena.

L’idea di Jahn è di far ri-nascere un innovativo centro culturale, tant’è che l’edificio, ancor prima del completamento dei lavori di ripristino, ha ospitato ed ospiterà importanti eventi. È stato utilizzato anche come location di film (Quentin Tarantino aveva preso in considerazione il Delphi per girare la scena finale del suo Inglourious Bastards).

Day of Dead, l’evento di oggi al Kino Delphi Berlino, rappresenta un’occasione unica, la possibilità di ritrovarsi in uno scenario a dir poco evocativo per vero e proprio viaggio nella “dorata” Berlino degli anni ’20.

Ehemaliges stummfilmkino Delphi Gustav-Adolf-Straße 2, 13086 Berlin

ricerca a cura di Z.Munizza, responsabile del progetto Berlino Explorer che organizza guide tematiche ed esplorazioni urbane.

Related Posts

  • Per 10 giorni il Kino Babylon parla spagnolo: dal primo al nove novembre il cinema situato nel cuore di Mitte diventerà il quartier generale della terza edizione dello Spanisches Filmfest Berlin. 27 i film presentati, 3 i blocchi di cortometraggi, 7 le sezioni, 1 finestra aperta sul mondo dell’audiovisivo ('Proyectaragón',…
  • Lo scorso maggio, nella sezione Un certain regard del festival di Cannes, veniva presentato al pubblico l’ultimo film di Wim Wenders, Das Salz der Erde, Il sale della terra, che da oggi, venerdì 30 Ottobre, verrà proiettato nelle sale tedesche. Potremmo considerarlo un film a metà a strada tra un biopic e…
  • Meraviglia della tecnologia: seduti in un cinema di Berlino è possibile assistere alla prima londinese de I due Foscari di Giuseppe Verdi, in diretta dalla Royal Opera House. In maniera informale (e decisamente più economica) si può infatti prendere parte a spettacoli di grande rilievo, alcuni tra i più rinomati…
  • ‘Hai sentito?’ chiese al barista. ‘No, cosa?’ ‘Hanno aperto un varco nel Muro.’ ‘Cosa?’ ‘Hanno aperto un varco nel Muro.’ ‘Porca puttana.’ La notte del 9 novembre si poteva stare seduti in un bar di Kreuzberg sorseggiando birra ignari di quello che stava succedendo a Bornholmer Strasse e, a ruota,…
  • Il Siciliano Contemporary Ballet, balletto contemporaneo, arriva a Berlino. Il Siciliano Contemporary Ballet del coreografo e scenografo Salvatore Siciliano presenta il suo spettacolo di balletto contemporaneo intitolato R O M A . Lo spettacolo andrà in scena il 7 e l'8 aprile alle ore 20 e il 9 aprile alle ore 17 presso Ehemaliges Stummfilmkino Delphi Berlin. https://www.youtube.com/watch?v=45WH6Md35A8…

Zuleika Munizza

Zuleika Munizza responsabile del progetto di ricerca Berlino Explorer, presenta e racconta Berlino attraverso la sua storia e le sue trasformazioni, da un punto di vista architettonico e sociale.

One Response to “Kino Delphi Berlino, un viaggio nei dorati anni ’20”

  1. Kino Delphi, un viaggio negli anni '20 - Berlino Explorer

    […] pubblicato nella sezione Berlino Nascosta del Magazine Berlino Cacio e […]

    Rispondi

Leave a Reply