La manifestazione di Berlino per ricordare le vittime innocenti della mafia

Berlino dice no alla mafia con una lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti del crimine organizzato

La mafia è un problema sempre più internazionale, ma per fortuna c’è chi dice no. Grazie all’associazione Mafia? Nein danke! a Berlino verranno letti pubblicamente i nomi delle vittime innocenti del crimine organizzato, sia in italiano sia in tedesco. L’evento avrà luogo martedì 21 marzo 2017 presso la porta di Brandeburgo.

L’iniziativa

Come ogni anno il 21 marzo verranno ricordate le vittime innocenti del crimine organizzato con la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie promossa da Libera e Avviso pubblico in collaborazione con la Rai. La scelta della data non è casuale: il 21 marzo, infatti, coincide con l’inizio della primavera, simbolo di rinascita e di speranza. Per l’occasione nella piazza principale di Locri (Calabria), e simultaneamente in oltre 4000 città italiane verranno letti ad alta voce i nomi di tutti i caduti innocenti per mano mafiosa. L’evento interesserà anche la capitale tedesca, che martedì 21 marzo 2017 commemorerà le vittime con una manifestazione pubblica nei pressi della porta di Brandeburgo, grazie all’intervento dell’associazione berlinese Mafia? Nein danke!

Mafia? Nein danke!

L’associazione Mafia? Nein danke! è nata a Berlino su iniziativa di un gruppo di ristoratori dopo la strage di Duisburg, avvenuta il 15 agosto 2007, quando nella cittadina omonima sei persone sono rimaste uccise davanti a un ristorante italiano da criminali appartenenti alla ‘ndrangheta. Scopo dell’associazione è combattere i luoghi comuni sulla mafia e sugli italiani, attraverso l’organizzazione di convegni, workshop, letture, cineforum, supporto a giornalisti investigativi e altri eventi finalizzati a sensibilizzare il pubblico tedesco e non. A partire dal 2008 si è dotata anche di uno statuto e opera su livello internazionale senza scopo di lucro. Collabora inoltre con le scuole superiori e le università della capitale tedesca, nonché con la polizia del Land di Berlino, le forze politiche e la società civile, al fine di approfondire il tema delle mafie in Germania e contrastarle in modo efficace.

L’evento

Martedì 21 marzo 2017, alle 10.30
Porta di Brandeburgo, Platz des 8. März (lato Tiergarten)
In italiano e in tedesco
Evento Facebook

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Luca Conti CC BY-SA 2.0

Related Posts

  • L'associazione Mafia? Nein Danke! (Mafia? No grazie!), attiva nei temi della legalità e dell'antimafia in Germania e fondata da Laura Garavini, deputata alla Camera per il Partito Democratico nella circoscrizione Estero Europa, presenta giovedì 20 ottobre David vs. Goliath: combattere la mafia con l’economia sociale, una serata di conferenze in inglese…
  • In Berlin, Mitte in Friedrichshain, gilt die Weinbar I Centopassi für Deutsche, Italiener und Menschen aller Nationalitäten als ein Bezugspunkt, wo man Produkte aus Süd-Italien kosten kann, die aus der Mafia befreiter Erde stammen. Das elegante Lokal I Centopassi wurde im April 2014 von Fabrizio und Domenico eröffnet. "Nachdem wir viele Jahre im italienischen Gastronomiebereich…
  • La mafia russa è sempre più attiva in Germania. Lo riferisce Holger Münch, presidente della polizia federale tedesca, in un'intervista a Welt am Sonntag. I nuovi membri vengono spesso reclutati nelle prigioni e il giro di denaro che ruota intorno alla criminalità organizzata russa ammonta a svariati miliardi. Criminalità organizzata. «Si tratta di…
  • Sono i primi anni '90 quando, a Bologna, l'incontro di Salvatore De Siena, Peppe Voltarelli e Amerigo Sirianni dà vita al Parto delle nuvole pesanti, gruppo folk-rock dal nome poetico ed enigmatico, dedito all'impegno civile fin dal demotape Guerra al salario e dal singolo Raggia, poi reso famoso, tra le…
  • A Berlino, nel pieno di Friedrichshain, ogni giorno decine di tedeschi, italiani ed altri stranieri bevono prodotti provenienti dalle terre confiscate alla mafia del nostro sud. Sono i vini di I Centopassi, elegante bar-vineria inaugurato ad aprile 2014 da Fabrizio e Domenico. «Dopo tanto tempo passato a lavorare nella gastronomia…

Leave a Reply