Lo Schiaccianoci di Tchaikovsky a Berlino si balla sul ghiaccio

«Il comporre perde totalmente il carattere di lavoro, diventa pura beatitudine.»

Pyotr Ilyich Tchaikovsky

Ballare Lo schiaccianoci di Tchaikovsky non, come di norma, sul palco di un teatro, ma sul ghiaccio. E’ stata l’idea delle Imperial Ice Stars, una compagnia di 24 pattinatori di livello mondiale che dal 2004 portano in giro per il mondo le loro riproposizioni sul ghiaccio di balletti indimenticabili. Prima di tornare al Royal Albert Hall di Londra per la fine dell’anno con questo spettacolo che fino ad ora ha riscosso un grandissimo successo, la compagnia ha deciso di portare Lo schiaccianoci a Berlino per una serie di appuntamenti esclusivi nelle prime due settimane di dicembre. L’unione di danza, acrobazie, pattinaggio artistico, costumi fantasiosi e l’intramontabile musica scritta da Tchaikovsky dà vita ad un mix che non potrà non incantare anche il pubblico della capitale tedesca.

L’opera di Tchaikovsky. Lo schiaccianoci (in tedesco Nussknacker) è, insieme al Lago dei cigni e La bella addormentata, uno dei più grandi capolavori del compositore russo Tchaikovsky. Il soggetto deriva da uno dei racconti di E.T.A. Hoffmann (Nußknacker und Mausekönig – Schiaccianoci e il re dei topi), rielaborato poi da Alexandre Duma, e si svolge durante la vigilia di Natale. Lo schiaccianoci è il regalo curioso che riceve la bambina protagonista, Clara, che, stanca per le danze della serata, si addormenta e vive un sogno dove il misterioso oggetto si anima e compaiono un’altra serie di personaggi fantastici. Si tratta quindi di una e propria fiaba, di un mondo di favola nel quale lo spettatore viene calato. Tchaikovsky compose la musica seguendo le indicazioni del coreografo Lev Ivanov. La prima, avvenuta a San Pietroburgo nel 1892, non ebbe un grandissimo successo, ma le esecuzioni successive hanno reso Lo schiaccianoci uno dei balletti più apprezzati di sempre.

La messa in scena delle Imperial Ice Stars. “Dopo aver portato sul ghiaccio La bella addormentata e il Lago dei cigni, è stata una conseguenza naturale occuparsi anche dello Schiaccianoci” afferma il direttore artistico Tony Mercer. “La partitura di Tchaikovsky evoca uno spirito di incanto natalizio che ci fa ripensare a quando eravamo bambini. La nostra interpretazione si concentra proprio su questo spirito festoso.” Ci sono volute sette settimane di intenso lavoro da parte dei ballerini e coreografi per dare vita a Nussknacker on Ice. A livello di performance artistiche e acrobazie hanno superato i loro limiti creando qualcosa di nuovo e difficile da dimenticare. Per quanto riguarda la musica invece il direttore d’orchestra Tim A. Duncan ha deciso di mantenersi il più possibile fedele all’originale di Tchaikovsky in modo da non toccare una melodia così tanto conosciuta.

© BB Promotion

La location. Lo spettacolo verrà ospitato dall’Admiralpalast, uno dei più bei teatri di Berlino, situato su Friedrichstraße, che per l’occasione si trasformerà in un mondo ghiacciato. “Trasformare un teatro in una pista sul ghiaccio non è certo facile” spiega ancora il direttore artistico Mercer. “Affinchè il palco sia pronto per le prove alle 17, i nostri tecnici iniziano a lavorare alla pista alle 7 di mattina. Prima viene deposto a terra una sorta di enorme strato protettivo resistente all’acqua, poi viene abbassata la sua temperaura grazie ai tubi di raffreddamento. Solo in seguito viene rovesciato un mix di acqua e liquido di protezione antigelo che dà vita al ghiaccio”. Poi la magia può iniziare.

Nussknacker on Ice

Admiralpalast  Friedrichstraße 101, 10117 Berlin

Martedì 1 dicembre alle 20
Mercoledì 2 dicembre alle 18
Giovedì 3 dicembre alle 18
Venerdì 4 dicembre alle  20
Sabato 5 dicembre alle 16 e alle 20
Domenica 6 dicembre alle 14 e alle 18
Lunedì 7 dicembre alle 20
Mercoledì 9 dicembre alle 18
Giovedì 10 dicembre alle 18
Venerdì 11 dicembre alle 20
Sabato 12 dicembre alle 15 e alle 20

I biglietti (a partire da 32 euro) sono acquistabili online qui

Tutte le foto sono © BB Promotion

 

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Related Posts

Sara Trovatelli

Dottoranda in traduzione letteraria, traduttrice, amante del buon cibo, dei viaggi e di tutto ciò che è cultura, vive a Berlino dal 2012 dopo essersene innamorata durante una gita lampo ai tempi del liceo.

Leave a Reply