Management del dolore post-operatorio: «Il nostro video girato a Berlino dove tutto ebbe inizio»

menagement del dolore post-operatorio

Abbiamo intervistato la band abruzzese, il Management del dolore post-operatorio, di passaggio a Berlino. Nella capitale tedesca hanno girato “Un incubo stupendo”, il secondo singolo e la title track del loro nuovo album.

L’attesa dei fan de il Management del dolore post-operatorio (abbreviato anche in MaDe DoPo) è finalmente finita. Dopo una pausa di due anni dall’ultimo album il 10 marzo 2017 uscirà il quarto album in studio, “Un Incubo Stupendo”. Il duo Luca Romagnoli-Marco Di Nardo si sono spostati  a Berlino per girare il videoclip “Un incubo stupendo”. Il video è stato diretto e realizzato da Carmine Amoroso e Paolo Ferrari per ZutFilm. Vi si vedono Kottbusser Tor, l’East Side Gallery, Karl Marx Allee, l’Oberbaumbrücke e tanti altri luoghi simbolo di Berlino

Tutto nacque a Berlino

Un forte legame esiste tra la band e la capitale tedesca. Nel 2011 il Management del dolore post-operatorio furono selezionati per rappresentare l’Italia al Popkomm di Berlino. Da li è iniziato tutto. «Grazie alla visibilità ottenuta abbiamo ricevuto di ritorno in Italia la nostra prima offerta discografica che ci ha portato a produrre il nostro disco d’esordio». La scelta poi di girare il video a Berlino è stata dettata dal destino. «Eravamo qui col nostro amico regista Carmine Amoroso» – ci dicono Romagnoli/Di Nardo – «con lui ed il suo direttore della fotografia Paolo Ferrari (Zutfilm) ci è venuta l’idea di girare una instant-clip per le strade della città». Al video hanno collaborato anche Martina Spadano e Lorenzo Ucci. La scelta dei luoghi non è stata casuale, tutto «ruota attorno all’immaginario di un crollo stupendo che può rappresentare un’apertura, una rinascita, un’opportunità». Per questo motivo sono partiti dal muro. Da lì «è bastato poi girare la città a bordo di un camper con una telecamera a mano per riempire il video di tutte le sfumature di cui avevamo bisogno. Per mostrare quel clima multiculturale ed avanguardistico che ha reso Berlino famosa in tutto il mondo». Prima di salutare abbiamo chiesto alla band qual è l’immagine che arriva in Italia della capitale tedesca. Per loro «Berlino rappresenta il punto di riferimento per cultura e contro-cultura. È considerata senza alcun dubbio una città all’avanguardia sotto l’aspetto politico-sociale ed artistico, il posto giusto per cercare ispirazioni e nuove idee».

I successi

La band è nata nel 2006 a Lanciano, nell’ospedale della città, dove i futuri membri della band erano ricoverati per un incidente automobilistico. L’esordio ufficiale risale al 2012 quando pubblicarono l’album “AUFF!!”. Dopo l’uscita il Management del dolore post-operatorio ha girato tutta l’Italia calcando centinaia di palchi, senza dimenticare le diverse date all’estero. Da ricordare la partecipazione allo SZIGET Festival di Budapest, al POPKOMM di Berlino e la loro esibizione al concertone del Primo Maggio di Roma nel 2013. Concerto in cui vennero anche censurati e denunciati per l’esibizione. Nel 2014 è uscito “McMAO”. Per il tour 2013 e il secondo album del 2014 hanno ricevuro dal Meeting delle etichette indipendenti (M.E.I.) i premi come miglior band live e miglior band indie italiana. Nel 2015 la band è uscita con l’album “I Love You” con la produzione artistica di Giulio Ragno Favero (il Teatro degli Orrori), a cui è seguito un tour per l’italia. Il 10 marzo 2017 uscirà il quarto, ed ultimo, album “Un Incubo Stupendo”.

Discografia ufficiale

2012 “Auff !!” (MArteLabel)

2014 “McMAO” (Color Sound Alternative Produzioni / MArteLabel)

2015 “I LoveYou” (Tempesta Dischi)

2017 “Un Incubo Stupendo” (La Tempesta Dischi)

Contatti della band

Sito ufficialeFacebookTwitterYoutube

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Related Posts

  • Il concerto che tutti attendevano. Anche gli Elii hanno deciso finalmente di abbandonare la terra dei cachi per una sortita all'estero. Non si tratta di un altro caso di cervelli in fuga, ma solo di un tour in Europa che li vedrà impegnati nel mese di marzo 2017 tra Ungheria, Germania, Olanda,…
  • A qualcuno le sue melodie malinconiche e pensose potrebbero ricordare il tocco di un Ludovico Einaudi, di un Nils Frahm o, a tratti, di un Ólafur Arnalds. Ma la verità è che Federico Albanese, compositore e pianista italiano a Berlino dal 2012, si è inserito con grande maturità in quel genere…
  • «Su un prodotto d’eccellenza, il marchio italiano è un valore aggiunto. Viene riconosciuto e valutato come un plus in ogni ambito e ovunque nel mondo», afferma Andrea Benini, musicista, compositore e producer italiano di stanza a Berlino conosciuto come Mop Mop. «Collaboravo con la Germania già prima di trasferirmi qui. Alla…
  • Classica, moderna o sperimentale, la musica che si ascolta sui più bei palchi di Berlino è capace di accontentare tutti. Per sostenere la scena musicale della città e lo sviluppo della musica contemporanea in Germania, il governo tedesco ha stanziato lo scorso 29 giugno 1,1 milioni di euro all'anno in un…
  • Un'esplorazione fotografica della vita a Berlino L'autore di questo video è Luca Bonatti, un italiano che è rimasto folgorato dalla capitale tedesca. Tra lui e la città si è subito creato un forte legame che ha voluto sottolineare con un video che ne racconta tutti gli aspetti. Nella descrizione del…

Leave a Reply