Parità? Ecco quanto i gay vengono pagati meno degli etero in Germania

omosessuali

Gap salariale: in Germania gli omosessuali guadagnano meno dei loro colleghi etero. Si può parlare di discriminazione?

Gli omosessuali in Germania guadagnano meno degli etero. È emerso da una ricerca condotta dal German Institute for Economic Research (DIW) di Berlino. Un significativo gap salariale legato all’orientamento sessuale che sorprende e sconvolge allo stesso tempo.

La ricerca

Secondo l’istituto di ricerca berlinese, gli omosessuali di sesso maschile guadagnerebbero in media 2,14€ all’ora in meno rispetto agli etero. Se poi si considerano altri fattori, come il livello d’istruzione e l’età, il gap si inasprisce ulteriormente. Da 2,14€ si arriva a 2,64€ in meno ogni ora. I dati parlano anche di una discriminazione ulteriore tra le donne. Quelle etero non solo guadagnano meno degli uomini, ma anche 2€ in meno all’ora rispetto alle donne omosessuali. Lo studio si basa su un sondaggio annuale che ha indagato su guadagni, età, istruzione, salute e orientamento sessuale degli intervistati. La risposte di circa 500 donne e uomini omosessuali sono state paragonate a quelle di 39 mila persone etero coinvolte nell’indagine.

© geralt– CC0 Creative Commons

Le cause

L’autore della ricerca, Martin Kroh, ha dichiarato al The Local che questi risultati non sono indice di discriminazione salariale. «Si tratta di un’indagine preliminare. Esistono una serie di spiegazioni per questo gap». Una causa per esempio potrebbe essere il fatto che, secondo lo studio, gli uomini omosessuali tendono a fare più straordinari (non pagati), e ciò si ripercuote negativamente sulla paga oraria. Ma queste giustificazioni non sembrano accontentare la portavoce di Gay and Lesbian Association, Jenny Renner, la quale chiede che siano eseguite ulteriori statistiche, aggiungendo che: «per combattere la discriminazione bisogna prima renderla visibile». Una presa di posizione contro una disuguaglianza che, anche se non in maniera evidente, colpisce anche una delle città più gay friendly d’Europa.

©gagnonm1993– CC0 Creative Commons

15219630_939322122867316_1048813033620156316_n

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © The Local

Related Posts

  • 51
    Stan e Olli, due maschi di pinguino dello zoo di Berlino, sono stati trasferiti ad Amburgo. La motivazione? Non solo non si riproducevano, ma si corteggiavano l'un l'altro. Christiane Reiss, portavoce dello zoo, ha affermato che i due erano stati portati a Berlino con il preciso scopo di riprodursi e…
    Tags: i, non, per, diritti, gay, berlino, germania, omosessuali
  • 48
    Siete in procinto di passare una vacanza a Berlino? Vi ci state per trasferire? Già ci vivete, ma ancora non avete chiaro cosa è bene e cosa non è bene fare? Ecco la lista delle 10 cose da non fare a Berlino Una breve guida per raccontarvi quali sono le…
    Tags: non, si, per, in, se, i, berlino, germania
  • 44
    Nel 2014 a Berlino il 56% dei nuovi emigrati dall'Italia sono state donne. Per la prima volta sono più le donne italiane a cercare una nuova vita a Berlino che gli uomini. Ci siamo chiesti quanto questo fosse uno scenario inedito e lo abbiamo chiesto a Lisa Mazzi, in occasione della presentazione del…
    Tags: per, donne, in, non, berlino, i, germania
  • 43
    A Berlino un gruppo di ricercatori intende avviare uno studio per indagare gli effetti del consumo di cannabis a scopi ricreativi. L'iniziativa (Forschungsinitiative Cannabiskonsum) fa capo a un avvocato berlinese e uno studioso di Amburgo, i quali hanno presentato una richiesta circa la legittimità del proprio studio presso l'Ufficio federale per…
    Tags: per, studio, in, berlino, se, germania, ricerca
  • 42
    Ci siamo. Finalmente, dopo mesi e mesi di riflessioni, è arrivato il momento che tanto aspettavi: ti sei trasferito a Berlino. Ma cosa dovresti proprio evitare di fare? Che si tratti di un periodo breve o di un progetto senza biglietto di ritorno, trasferirsi all'estero è una scelta da vivere con entusiasmo e…
    Tags: non, in, più, per, se, si, i, berlino, germania

Leave a Reply